menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Gli studenti e Giacomo Ferrara

Gli studenti e Giacomo Ferrara

Al via la terza edizione della Residenza Internazionale del Cinema Castello Errante

La prima Residenza Internazionale del Cinema crea un collegamento storico e culturale tra l’America Latina e L’Italia.

Per tutto il mese di luglio sarà celebrata a Torri in Sabina la III edizione del Cinema Castello Errante. Presentato ieri a Roma, il Festival ha come padrino Giacomo Ferrara, conosciuto per il ruolo nella celebre fiction “Suburra” lanciata da Netflix. Il giovane ma popolare attore romano promuove l’evento con entusiasmo ed è lieto nel farsi portavoce dell’arte cinematografica intesa come scambio culturale e mezzo conoscitivo.

Il Format

La particolarità di quest’anno è l'aspetto di innovazione che il format ha assunto, in quanto a partecipare saranno dieci paesi dell’ America Latina. Quattro in più di due anni fa e due in più dell’anno scorso. Infatti quest’anno si sono aggiunti ala rassegna i paesi della Repubblica Domenicana e il Messico. La location scelta di quest’anno è il borgo medievale Torri in Sabina, che ospiterà la troupe degli studenti under 35 provenienti dalle più importanti scuole del cinema in Italia e del Sud America. Anche per il suo aspetto anagrfico l’evento si accredita di maggiore importanza. La giovane età è fattore fondamentale per la contestualizzazioni di tematche attuali, che analizzate dal cinema contemporaneo, fanno riflettere sul presente e prendere consapevolezza per il futuro.

Il Tema

Il confine è il tema di quest’anno, la scelta di tale tema sta nell’auspicio del superamento di ogni barriera culturale e nella volontà di poter creare le condizioni per incontrarsi, valore alla base di questa manifestazione che attraverso l’arte e in particolare quella cinematografica intende promuovere ogni scambio e crescita culturale tra gli studenti che vi partecipano.

Momenti di aggregazione

Il progetto tramite l’arte intende sviluppare una sensibilità collettiva in grado di coinciliare le culture dei diversi paesi, in modo che tra di loro ci sia una permeabilità per quel che riguarda l'aspetto comunicativo. Per tali motivi risultano più che importanti alcuni appuntamenti all’interno della residenza, come quello che va dall’11 al 15 luglio e che riguarderà le riprese del cortometraggio di fiction dal titolo “Accordi Maggiori”. Cortometraggio scritto da Eduardo Puma e che conferma come l’ente della scuola di cinematografia sperimentale nazionale di cinema sia di sostanziale importanza all’interno di questa organizzazione.L’attore protagonista del film sarà l’ interprete cileno Nicolas Rojas. Dal 18 al 21 luglio si girerà invece il documentario "Il confine dell’Acqua”, volto alla valorizzazione di alcuni siti archeologi situati sul territorio laziale.

Ulteriori appuntamenti

Ci saranno anche appuntamenti gratuiti per il pubblico, a rendere più corposa l’organizzazione del festival. Obiettivi primari di questi appuntamenti sono gli scambi culturali tra le comunità locali e gli ospiti internazionali, come le Arene cinematografiche dedicate alla visioni del cinema italiano all’aperto. Oppure fuorimenù, evento del 24 luglio ,che organizzato in collaborazione con le ambasciate dei paesi partecipanti alla residenza, intende promuovere un connubio tra cinema e cucina. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento