Giovedì, 16 Settembre 2021
Cultura

"Caput Musicae", il docu-film girato in lockdown da studenti romani

Tre le scuole protagoniste: il Liceo Terenzio Mamiani di Roma, l’istituto Blaise Pascal di Pomezia e il Liceo Anco Marzio di Ostia

Come si mettono in collegamento ragazzi provenienti dal centro e dalla periferia in lockdown se non con la musica? È nato così il docu-film girato intereamente da un gruppo di studenti: 30 per l’esattezza, iscritti a tre istituti scolastici diversi, con il supporto di 13 insegnanti. Il progetto, non a caso, si chiama “Caput Musicae, tra centro e periferia: Omnia Vincit Musica”. Il trailer è stato diffuso, il 13 settembre: in occasione dell’avvio del nuovo anno scolastico.  

Protagonisti del docu-film, girato in lockdow, sono gli studenti del Liceo Terenzio Mamiani di Roma, dell’istituto Blaise Pascal di Pomezia e del Liceo Anco Marzio di Ostia: con loro un gruppo di giovani professionisti per il Piano Nazionale di Educazione all'Immagine per le scuole promosso dal Ministero dell'Istruzione e dal Ministero della Cultura. Adolescenti della periferia romana e non solo (Ostia, Pomezia, Tor Bella Monaca, Fregene, Testaccio, Nomentano, Pigneto, Aurelio) partecipano al contest musicale CAPUT MUSICAE organizzato dal Liceo Mamiani, nel centro della Capitale: la musica, il trait d’union tra mondi più o meno diversi. Un viaggio nell’adolescenza di Marco e Federica, due dei partecipanti che hanno scelto come tema classico per le loro canzoni l’Odi et Amo di Catullo. 

Alla realizzazione del docu-film hanno partecipato giovani musicisti emergenti (Ser & Leot, Elanor, Falling Giant, Fatou, Fiamma, Megalostrikes e NDM - Mass, SickBoy, Solochiara) oltre i protagonisti, studenti dei licei: Giovanni Papagni, Silvia Collatina, Flavia Dell’Avvocato, Simone Baieri, Elena Prigigallo, Giovanni D’Alessio, Alessandro Vecchio e l’amichevole partecipazione degli attori Adelmo Togliani e di Alessandra Carrillo, anche produttrice creativa ed esecutiva del progetto (Wanders Entertainment). La regia è del giovane Tiki, che con Carrillo ha scritto il soggetto poi sviluppato in sceneggiatura grazie al contributo degli studenti stessi e sotto la supervisione dello sceneggiatore, nonchè docente Sapienza - Università di Roma (che con l'Università LUMSA hanno contribuito alla parte formativa del progetto), Piero Balzoni. 

Il titolo del docu-film è anche il nome del contest a cui "partecipano" i protagonisti ed i musicisti coinvolti, sintetizza il lavoro svolto nel corso dell’anno scolastico 2020/2021 dagli studenti degli istituti coinvolti e mette insieme la passione per il cinema con quella per la musica trovando, come connessione tra centro e periferia romana, la musica stessa e l’incontro con i classici, partendo dal latino, avvicinando realtà che probabilmente non si sarebbero incrociate altrimenti. 

CAPUT MUSICAE - locandina CMYK-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Caput Musicae", il docu-film girato in lockdown da studenti romani

RomaToday è in caricamento