rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Cultura

Capodanno cinese, è "l'anno della Tigre": le iniziative in programma a Roma

Dal menù speciale del ristorante Dao al Seollal del ristorante Gainn, fino ai tour alla scoperta delle tradizioni orientali a Roma

Il 1 febbraio la Cina e l'Estremo Oriente festeggiano il Capodanno lunare, la ricorrenza tradizionale più importante dell'anno per la cultura orientale. Dopo quello del Bue, questo sarà l'anno della Tigre, considerata re degli animali, simbolo di coraggio, sicurezza, ostinazione e determinazione. In particolare si tratta della tigre d'acqua, un evento che si ripete ogni 60 anni. 

Da qualche anno a questa parte, anche in alcune città dell'Occidente, il Capodanno Cinese viene celebrato con iniziative speciali, organizzate dai centri di cultura orientale, dalle ambasciate, da altre associazioni. Succede anche a Roma.

Dagli appuntamenti con le specialità culinarie della Cina e di altri paesi orientali ai tour alla scoperta dei segreti della cultura cinese nei quartieri di Roma. Il Capodanno lunare a Roma sarà particolarmente sentito nel quartiere di Vittorio Emanuele, dove ogni anno non mancano iniziative dedicate che fanno percepire un'atmosfera di festa suggestiva. Ma, in occasione della festività orientale, anche altri luoghi della Capitale si accenderanno di rosso per celebrare la Cina e l'Oriente tutto. 

Vediamo alcuni appuntamenti da non perdere in occasione del Capodanno lunare a Roma:

Il Capodanno lunare da DAO

Per festeggiare il Capodanno Lunare, il ristorante cinese Dao in viale Jonio, ha ideato un menu degustazione con tanti piatti benaugurali, proprio come vuole la tradizione cinese, disponibile presso il ristorante la sera del 31 gennaio. Il menu degustazione inizia con Baozi Cha Sha Bao ripieni di maiale di cinta senese, prosegue con “L’antipasto di Dao” composto da quattro assaggi: branzino croccante in agrodolce, insalata di pollo all’orientale, manzo speziato con verdure cinesi e pelle di tigre con gamberi in salsa di soia. Non possono mancare la Zuppa della fortuna con ravioli (jiaozi) in brodo e gli Gnocchi di riso Wen Zhou saltati con maiale e verdure croccanti (niangao). Tra le altre proposte troviamo la Pancetta di maiale ripiena di radice di taro e l’Ombrina al vapore piccante. Chiudono la cena i Bon bon di riso al sesamo e con arachidi e radice di taro (tangyuan). Si saluta l’anno passato e si accoglie il nuovo con un bicchiere di Fenjiu, un distillato di riso lasciato invecchiare per venti anni.

Il Seollal da Gainn

Il Capodanno lunare, si celebra anche in Corea conosciuto come Seollal o S?llal, è la più importante tra le festività nazionali coreane. Consiste in un periodo di festeggiamenti in famiglia di circa tre giorni. Durante questa festività i giovani fanno visita ai genitori e ai parenti lontani. Nelle case si compiono diverse cerimonie rivolte agli antenati e ancora in molti indossano i coloratissimi hanbok, i vestiti tradizionali. E' l'occasione in cui si aiutano le persone anziane, in cui i figli augurano ai propri genitori un felice anno nuovo, in cui i genitori premiano questo gesto dei figli donando loro il denaro del nuovo anno, banconote generalmente fatte con la cartapesta e raccontando loro perle di saggezza.

Per celebrare questo giorno speciale, il ristorante coreano Gainn di Roma ha deciso di far assaggiare a tutti i clienti due specialità della tradizione coreana in segno di augurio per il nuovo anno. Martedì 1 febbraio da Gainn, unico ristorante coreano consigliato nella Guida Michelin 2022, sarà possibile assaporare il piatto per eccellenza del Capodanno, i Tteokguk, gli gnocchi di riso in brodo caldo e un assaggio di Jeon, le frittelle di pesce realizzate con farina di frumento e uova.

Rassegna di cinema

Roma9\Cina in Italia insieme alle istituzioni cinesi organizza la rassegna di cinema cinese “Ch?njié” per dare ai cittadini romani la possibilità di festeggiare e ricordare l’importanza del capodanno e della cultura cinese attraverso alcuni film. La rassegna “Ch?njié” mostrerà la cinematografia cinese degli ultimi anni toccando i generi del cinema rurale, sociale, gli ultimi straordinari effetti speciali nel fantasy e nei film d’epoca d’azione. [TUTTE LE INFORMAZIONI]

Il tour interculturale

Per chi ha voglia di conoscere i segreti della Cina passeggiando per le vie di Roma, l'associazione Viaggi Solidali organizza un Migrantour, una passeggiata interculturale in zona Esquilino in programma sabato 5 febbraio dalle 10 alle 12. L'escursione prevede una visita al tempio buddista, l’erboristeria e la galleria d'arte cinesi. La passeggiata attraverso il rione Esquilino partirà da Piazza Vittorio, una delle più grandi d’Europa, cuore multietnico della città, per poi andare alla scoperta delle erbe, dei prodotti medicinali, dell’antichissima tradizione del tè e del tempio buddhista di via Ferruccio con le statue dorate, i tamburi e gli incensi profumati. Fino ad arrivare al Nuovo Mercato Esquilino, per conoscere mille e più tesori alimentari esposti sui banchi.

E il Capodanno lunare potrà essere anche l'occasione per organizzare una serata speciale in casa. Magari preparando una tavola a tema, cucinando delle pietanze tipiche o ordinandole a domicilio in uno dei ristoranti cinesi della Capitale. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Capodanno cinese, è "l'anno della Tigre": le iniziative in programma a Roma

RomaToday è in caricamento