I busti del Pincio, chi sono i personaggi illustri tra i viali di Villa Borghese

Storia, date di collocazione e curiosità sui busti dei personaggi illustri presenti tra i viali del Pincio

Foto di repertorio

Passeggiando per villa Borghese, per i viali del Pincio, ci sono ben 228 busti ad osservarci. Ma qual è la loro storia? A quando risale la loro costruzione? E quali personaggi illustri rappresentano?

I busti furono collocati nei viali del Pincio all'epoca della Repubblica Romana. Il 28 maggio 1849, il Triumvinato stanziò 10mila lire per la realizzazione e la collocazione dei busti in marmo rappresentanti personaggi meritevoli della storia d'Italia. Inizialmente ne vennero scolpiti 52, ma per due anni furono riposti nei magazzini comunali, per essere poi ripresi in considerazione da Pio XI nel 1851. Il Pontefice commissionò di collocare quei busti e come siti furono scelti il Pincio e la Casina Valadier. 

Non tutti e 52, però, trovarono una base nella villa romana, alcuni vennero scartati, perché considerati contrari al potere temporale del pontefice. Nel 1857, il conte Luigi Antonelli, decise che i busti non ritenuti idonei, avrebbero dovuto cambiare aspetto e denominazione. Fu così che Girolamo Savonarola, Gaio Sempronio Gracco, Pietro Colletta, Giacomo Leopardi, Niccolò Machiavelli, Giovanni dalle Bande Nere e Vittorio Alfieri diventarono Guido d'Arezzo, Vitruvio, Plinio il Vecchio, Zeusi, Archimede, Lorenzo il Magnifico e Vincenzo Monti. Ad essere del tutto eliminati, invece, furono Arnaldo da Brescia, Giovanni da Procida e Napoleone Bonaparte.

I busti del Pincio, da 52 a 228

Dal 1870, i busti del Pincio passarono sotto la totale responsabilità del Comune di Roma e, nel 1883, si decise che dovevano essere ritratti solo personaggi morti almeno da 25 anni. Nel tempo i busti aumentarono, ne furono realizzati di nuovi, fino a raggiungere il numero di 228. Le sculture rappresentano tutti personaggi maschili, tranne tre donne: Vittoria Colonna, santa Caterina da Siena e Grazia Deledda.

L'elenco di tutti i busti del Pincio

Di seguito l'elenco di alcuni busti del Pincio degni di nota,  più uno collocato, da pochissimi giorni, a Villa Borghese da un artista anonimo per omaggiare medici e infermieri ai tempi del Covid:

  • Leon Battista Alberti    1849
  • Giacinto Albini    1923 
  • Vittorio Alfieri    1947
  • Archimede di Siracusa    1860
  • Ludovico Ariosto    1849-51
  • Cesare Balbo    1871
  • Cesare Beccaria    1917
  • Vincenzo Bellini    1947-48
  • Giuseppe Gioacchino Belli    1889
  • Giovanni Boccaccio    1849
  • Gian Lorenzo Bernini    1871
  • Donato Bramante    1849
  • Filippo Brunelleschi    1849-51     
  • Giordano Bruno    1871 
  • Antonio Canova    1871
  • Federico Cesi    1849
  • Gaio Giulio Cesare    1849
  • Damiano Chiesa    1926
  • Cola di Rienzo    1871
  • Cristoforo Colombo    1849-51     
  • Dante Alighieri    1849-50
  • Antonio Allegri detto Correggio    1850
  • Ugo Foscolo    1872 
  • Giotto    1849-51     
  • Carlo Goldoni    1849-50
  • Salvatore Greco dei Chiaramonte      
  • Leonardo da Vinci    1850
  • Giacomo Leopardi    1872
  • Francesco Lomonaco    1911
  • Niccolò Machiavelli    1871
  • Alessandro Manzoni    1873
  • Masaccio    1889
  • Masaniello    1871
  • Mastro Giorgio Andreoli
  • Napoleone Bonaparte    1849
  • Guglielmo Oberdan    1918
  • Quinto Orazio Flacco    1860
  • Mario Pagano    1908
  • Pasquale Paoli    1888 
  • Giuseppe Parini    1871
  • Silvio Pellico    1871
  • Luigi Poletti
  • Marco Polo    1850
  • Pitagora    1849
  • Giacomo Puccini    1939
  • Raffaello Sanzio    1849-52
  • Salvator Rosa    1849-51     
  • Gioacchino Rossini    1871     
  • Santa Caterina da Siena    1927
  • San Tommaso d'Aquino    1850
  • Nazario Sauro    1917-18
  • Publio Cornelio Scipione Africano    1949-51     
  • Torquato Tasso    1849-52
  • Tiziano Vecellio    1850
  • Giuseppe Valadier    1873
  • Giovambattista Vico    1849
  • Alessandro Volta    1849
  • Marcantonio Colonna    1849-50
  • Enrico Dandolo    1849
  • Massimo d'Azeglio    1871 o 1890
  • Grazia Deledda    1947 
  • Francesco De Marchi    1849-50
  • Francesco de Sanctis    1922
  • Andrea Doria    1849-50
  • Gaetano Donizetti    1871
  • Emanuele Filiberto di Savoia    1871-1872
  • Fabio Filzi    1926
  • Vincenzo Gioberti    1871
  • Giovanni de' Medici    1849-51
  • Guido d'Arezzo    1860
  • Alfonso La Marmora    1878 
  • Lorenzo de' Medici    1860
  • Scipione Maffei    1859-60
  • Pietro Metastasio    1850
  • Michelangelo Buonarroti    1849-52
  • Antonio Nibby    1889 
  • Pier Luigi da Palestrina    1860
  • Andrea Palladio    1849-50     
  • Guglielmo Pepe    1936
  • Baldassarre Peruzzi    1889
  • Pico della Mirandola    1871
  • Sidney Sonnino    1970
  • Publio Cornelio Tacito    1849
  • Niccolò Tommaseo    1875
  • Paolo Veronese    1901-02 
  • Angelo Secchi    1879
  • Carlo Cattaneo    1911
  • Vittorio Emanuele Orlando    1959
  • Ennio Quirino Visconti            
  • Dedica ad infermieri e medici che hanno combattuto il Covid19    2020

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vigili nella bufera, Raggi guarda Report e decide di ruotare gli agenti. In bilico il comandante Napoli

  • Primark inaugura a Roma: lunghe file dalle prime ore del mattino

  • Roma, la mappa del contagio dell'ultimo mese: ecco i municipi e i quartieri con più casi

  • Apre Maximo Shopping Center, un nuovo centro commerciale a Roma: 160 negozi sulla Laurentina. Grande attesa per Primark

  • Camorra, "a Roma comanda tutto lui": il cartello della droga di Michele Senese. Ecco come aveva diviso la Capitale

  • Incidente sulla Pontina: l'auto ha un'avaria, lui scende e viene investito da un tir. Morto 43enne

Torna su
RomaToday è in caricamento