Gioacchino Belli: personaggio romano fondamentale del XIX secolo

Figura importante per la sua poetica e il suo verismo, il poeta è stato altrettanto importante per lo studio del dialetto romanesco.

BELLI-2

Giuseppe Gioacchino Belli è stato il principale poeta dialettale dell’800. Principale innanzitutto perché la sua produzione è stata la più corposa (in questo ambito) del secolo, con 2279 sonetti ma non solo. Iniziamo con il parlare della produzione vernacolare e quindi dei sonetti romaneschi. La Roma ottocentesca è stata messa a nudo dal poeta, con un verismo che voleva schierarsi dalla parte del popolo. Il quotidiano è quello che interessava di più a Belli e quindi nella Roma del XIX secolo i protagonisti erano i papi e le ritualità religiose. Una velenosa satira di sistema che cercava di pungere i difetti di una società che è rimasta comunque con tutti i suoi problemi e le sue contraddizioni. Il verismo è quindi la principale corrente belliana e questo non stupisce, trattandosi di ‘800.

Oltre questo però troviamo altre sfumature. Il genere picaresco è un altro tratto della poetica del Belli. Genere autobiografico che parla di personaggi di bassa estrazione sociale alle prese con un mondo spietato e quindi completamente diverso da quello narrato nel genere cavalleresco.Il poeta è però importante anche e soprattutto come punto di riferimento per il dialetto romanesco dell’800, avendolo trascritto e quindi conservato ai posteri. Un dialetto diverso da quello trilussiano e molto differente dal nostro odierno. Ad esempio, il classico fenomeno romano che trasforma la doppia R in una sola (“terra” che diventa “tera”), era assente in epoca belliana.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gioacchino Belli è stato quindi un poeta/narratore fondamentale per il dialetto romano e per il suo secolo, l’800.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Coronavirus, a Roma 342 nuovi casi. L'allarme di D'Amato: "Siamo a livello arancione". I dati Asl del 16 ottobre

  • Coronavirus, a Roma 462 casi: sono 939 in totale nella regione. C'è un nuovo focolaio nel Lazio

  • A Roma la stretta anti Covid, Raggi chiede più controlli: nel week end task in campo tra movida e periferie

  • Coronavirus, a Roma 494 casi. Nel Lazio 994 nuovi contagi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento