rotate-mobile
Lunedì, 26 Settembre 2022
Cultura

Barrea, il borgo dagli antichi sapori nel cuore del Parco Nazionale d'Abruzzo

Cosa vedere a Barrea. Dove mangiare, dove dormire e come raggiungere da Roma. La guida completa

Montagna e corsi d'acqua cristallina. Barrea è un borgo suggestivo nel cuore del Parco Nazionale d'Abruzzo, Lazio e Molise, e rientra nella comunità montana Alto Sangro e all’Altopiano delle Cinque Miglia. Con la sua cima più alta, il monte Greco, che raggiunge i 2249 metri di altitudine è la meta preferita per chi ama fare escursioni. Dal centro abitato, un borgo medioevale fortificato, partono numerosi sentieri che portano alle principali attrazioni del territorio. Nella zona vive inoltre un piccolo insediamento di cervi, che porta nel borgo tanti visitatori e turisti.

Oggi vogliamo portarvi a conoscere meglio questo piccolo borgo nel cuore dell'Abruzzo, immerso nella storia, tra case in pietra, antiche chiese e castelli, e una natura che negli anni ha reso la zona una meta turistica da valorizzare.

Le origini di Barrea

Il borgo, risalente all'età preistorica, si estendeva nel territorio della Vallis Regia che fu, probabilmente, abitato da gruppi di cacciatori in cerca di grosse prede. La necropoli testimonia la presenza di popolazioni stanziali, che praticavano agricoltura e allevamento. Nel periodo romano si consolida la pratica della pastorizia transumante. La cristianizzazione in età medioevale diffonde sul territorio il monachesimo benedettino, con la costruzione di un primo monastero. La nascita dell'attuale borgo parte con il progetto dei monaci dell'Abbazia di Montecassino di raccogliere la popolazione della valle in una sede più sicura e difendibile. 

Il Ducato di Barrea cessò di esistere nel 1806, quando terminò il regime feudale. Nei decenni a seguire, la crisi generale di fine secolo diede vita all'emigrazione che all'inizio del XX° secolo vide la popolazione diminuire. Durante la seconda guerra mondiale Barrea si trovò sul fronte, in quanto si affacciava sulla linea Gustav. Al termine della guerra, negli anni 50, la creazione del lago fece ripartire l'emigrazione a causa delle minori terre fertili a disposizione della popolazione. 

Cosa vedere a Barrea

Incastonato tra le alte vette dell’Appennino e situato all’interno del Parco Nazionale d’Abruzzo, il lago Barrea è una meta che non si può assolutamente perdere durante una visita al borgo di Barrea. Noto principalmente per la rigogliosa vegetazione che lo circonda, il lago di Barrea si presenta come un’ottima località per gli amanti delle attività all’aria aperta. Sulla piccola spiagga de La Gravara si può prendere il sole in estate, prima di un tuffo nel lago. Lungo le sponde la pistaciclabile permette passeggiate e percorsi ciclabili, circondati dal bosco di querce, salici e pini neri.

Da visitare a Barrea è Chiesa della Madonna delle Grazie, il castello di Barrea, lo Studio un convento-fortezza unico nel suo genere, l'Antiquarium della Civilità Safina. E naturalmente il circostante Parco Nazionale d'Abruzzo, dove immergersi nella natura e raggiungere vette e ammirare la natura dei luoghi.

Cosa mangiare a Barrea

La cucina di Barrea è legata alle tradizioni gastronomiche abruzzesi, con ingredienti genuini e ricchi di gusto. Come la carne di pecora, le zuppe e alcune ricette tipiche invernali come la pizza Ki Sfrijvie, una focaccia con pezzetti di lardo derivati dalla cottura del grasso di maiale per ottenere lo strutto; il capitone, dolce natalizio ricoperto di cioccolato, e la pizza di Natale, dolce tipico abruzzese. I ristoranti dove mangiare bene non mancano: "Il Borgo Divino", "Caraceni", "Ristoro La Foce", "Al Solito Posto", "La Poiana". E per una pausa nel borgo, segnaliamo "Caffè del Corso".

Dove dormire a Barrea

Ci sono diverse possibilità per dormire a Barrea. A 300 metri dal Lago e nel cuore del Parco Nazionale d'Abruzzo c'è "La Poiana", in località Masseria, per chi vuole immergersi nella natura con tutti i servizi di un albergo. L'"Ostello-Albergo dagli Elfi" è invece all'interno del borgo, con vista sul lago, e a portata di mano ha tutte le attività sportive della zona. Nel borgo ci sono numerosi B&B e appartamenti come: "Casa Stefania", "Lago Vivo", "Da Clara e Raffale".

Come arrivare a Barrea da Roma

Per raggiungere Barrea da Roma: prendere l’autostrada A1, uscita Frosinone per Sora direzione P.N.A. (Parco Nazionale d’Abruzzo). Prendere l’ autostrada A24-A25, uscita Aielli per Pescasseroli, direzione P.N.A

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Barrea, il borgo dagli antichi sapori nel cuore del Parco Nazionale d'Abruzzo

RomaToday è in caricamento