Concerti

Roma Jazz Festival 2012: tutti gli eventi in programma

All'Auditorium Parco della Musica torna il Roma Jazz Festival dal 12 ottobre al 25 novembre: ecco tutti i concerti previsti

Dal 12 ottobre al 25 novembre all'Auditorium Parco della Musica si svolgerà il Roma Jazz Festival. Di seguito il programma dettagliato giorno per giorno. 

12 Ottobre
JACOB TV
Sala Petrassi - ore 21

“The News”
Prima europea

Interviste ai grandi potenti della terra trattate come rap metropolitani, musica dal vivo sincronizzata ai video remixati dai media televisivi gettano una nuova luce sul mondo attuale, sui loro leader politici e culturali incapaci di parlare di libertà e democrazia, di religione, di economia e  di riscaldamento globale, di catastrofi e moralità,in breve la fama e l’infamia che ci circondano. Jacob TV, definito il “Jeff Koons” di oggi, grazie al suo originale stile urbano tra speech, utilizzo spregiudicato dei media, groove strumentali di grande effetto e molto jazz.
“The News”: ever breaking… never ending!

Josefien Stoppelenburg, soprano
Lori Cotler, alto, konnakol, jazz vocalist


13 Ottobre
FABRIZIO BOSSO QUARTET
Sala Sinopoli - ore 21

“Il Sorpasso” 50 anni del celebre film di Dino Risi

La strana coppia Vittorio Gassman e Jean-Louis Trintignant con il quartetto del trombettista Fabrizio Bosso. L’occasione e? la rielaborazione della colonna sonora de “Il Sorpasso” che andrà a mescolarsi alle immagini del film di Dino Risi del 1962. Un progetto multimediale fra jazz e cinema ben riuscito.

Fabrizio Bosso, tromba
Luca Mannutza, pianoforte
Luca Bulgarelli, contrabbasso
Lorenzo Tucci, batteria


16 Ottobre
Mauro Campobasso & Mauro Manzoni Quartet
Sala Petrassi - ore 21

“Ears Wide Shut” – Omaggio a Stanley Kubrick

Un percorso musicale estremamente variegato, con episodi fortemente caratterizzati, con alternanze fra tensioni e distensioni, in una concatenazione sotto forma di suite di brani originali dei due coleader e rivisitazioni di temi da vari film di Kubrick. Un vero e proprio viaggio nell?immaginario cinematografico.

Mauro Campobasso, chitarra elettrica, live electronics
Mauro Manzoni, sassofoni, flauti, live electronics
Stefano Senni, contrabbasso, live electronics
Francesco Cusa, batteria
Giuseppe Bruni, montaggio video

17 Ottobre
GIOVANNI GUIDI TRIO plus ONE
Sala Petrassi - ore 21

Questo musicista in pochi anni ha trovato una propria strada fatta di progettualità unica e di una lucida consapevolezza nelle scelte artistiche, che lo stanno portando ad affermarsi come pianista e compositore. Con questa formazione poi riesce a dare un’ulteriore definizione delle sue prorompenti idee musicali. Le trame apparentemente semplici dei brani sono sempre lucide e coerenti, sia in quelli aggressivi, nervosi e sorretti da una tensione sempre vibrante, sia in quelli che si abbandonano ad aperture liriche e notturne e che esaltano la vena melodica e cantabile di Giovanni. Tutto ciò è messo in grande evidenza dalle suggestioni visuali di Mattia Rimatori.

Giovanni Guidi, pianoforte
Francesco Ponticelli, basso
Enrico Morello, batteria
Mattia Rimatori, immagini


18 Ottobre
MANU KATCHÉ QUARTET
Sala Petrassi - ore 21

“Third Round”
Prima italiana

Il batterista Franco-Africano in quest anni ha intensificato il suo impegno per “una splendida mutazione tra atmosphere groove e temi jazzy ” (per citare il Guardian) questo il segno di distinzione del nuovo gruppo di Manu Katché. Il quale può affidarsi al groove dell’hammond B3 di Watson, al tocco delicato ed energico del sassofonista Tore Brunborg, alle improvvisazioni di Nils Petter Molvaer, per creare un sound straordinario e coinvolgente.

Manu Katché, batteria
Nils Petter Molvaer, tromba
Luca Aquino, tromba
Tore Brunborg, sassofoni
Michael Gorman, hammond B3
video proiezioni live

19 Ottobre
CESARE PICCO
Sala Petrassi - ore 21

“Blind Date – Concert in the Dark”

Un evento unico, dove il pubblico ha il privilegio di ascoltare un concerto per pianoforte totalmente improvvisato nel buio assoluto. Un?occasione per abbandonare i propri timori ed entrare in una nuova dimensione sensoriale.

Cesare Picco, pianoforte


20 Ottobre
New European Jazz
Xavier Dotras Trio
Sala Petrassi - ore 21

“Vincent”
Prima italiana

Composizioni ispirate alle “Lettere a Theo” del pittore Vincent van Gogh.
Questo spettacolo unisce l’interpretazione dei musicisti con la proiezione di immagini ispirate alla vita e all’opera del pittore. L’obiettivo del progetto è quello di creare un ambiente audiovisivo ideale che possa  evocare l’essenza del pittore, la sua opera, la sua vita, i suoi sentimenti e paure. Un omaggio ad un artista sensibile che non fu compreso dai suoi contemporanei,  e a cui l’umiltà negò il successo.

Xavier Dotras, pianoforte
Toni Pujo, contrabasso
Cesar Martínez, batteria

Concerto promosso dall’Ambasciata di Spagna in Italia in collaborazione con IMF Foundation.
ENZO PIETROPAOLI, MICHELE RABBIA
Sala Petrassi - ore 11

“Cortoons”

Sonorizzazione dal vivo di una serie di preziosi e stimolanti “corti” di animazione, scelti tra un ricchissimo catalogo e montati dal fotografo Alessandro D?Urso, realizzati con le tecniche più disparate: Flash, Stop Motion, 2D e 3D. Un concerto per avvicinare i bambini al jazz.

Enzo Pietropaoli, contrabbasso
Michele Rabbia, percussioni, elettronica

21 Ottobre
ALDO ROMANO, LOUIS SCLAVIS, HENRI TEXIER, GUY LE QUERREC
Sala Petrassi - ore 21

“Root” africaine du Trio & du Griot

Suggestioni africane e mediorientali, varietà espressiva nonché una simbiosi artistica davvero straordinaria del trio, che ama esplorare piani sempre diversi e cangianti. Un affresco melodico ricco di abbandono lirico e nostalgia costellato da improvvisazioni repentine che ben sottolineano le immagini di Guy le Querrec.

Louis Sclavis, clarinetto
Henri Texier, contrabasso
Aldo Romano, batteria
Guy le Querrec, foto e video


22 Ottobre
HERBIE HANCOCK
Sala Sinopoli - ore 21

“Plugged In. A Night of Solo Explorations”

Per la prima volta nella sua carriera Herbie Hancock affronterà un concerto di piano solo, e con l’ausilio del computer e del sintetizzatore, sarà in grado di ricreare i suoni che lo hanno reso un interprete della musica di mezzo secolo. A 70 anni, il musicista può attingere a un vasto repertorio che include bebop, funk, rock e musica elettronica, un variegato approccio che lo ha portato a vincere diversi Grammy e a catturare l’interesse di molti giovani appassionati.

Herbie Hancock, pianoforte, tastiere, laptop

23 Ottobre
MARTIN REITER – EVA FISCHER
Sala Petrassi - ore 21

“Inventions&impressions”

Composizioni istantanee, brevi improvvisazioni con un forte tema da sviluppare con un suono che crea suggestioni, rafforzate dalle immagini del duo Luma.Launish, noti artist visuali austriaci, elaborate da Eva Fisher. I temi e le improvvisazioni in combinazioni con le immagini, enfatizzano le invenzioni improvvisative e le impressioni che il giovane pianista austriaco proporrà durante il suo concerto.

Martin Reiter, pianoforte
Eva Fisher, live visuals
Luma.Launisch, video

Concerto promosso da Forum Austriaco in collaborazione con IMF Foundation.

24 Ottobre
AMBROSE AKINMUSIRE QUINTET
Sala Petrassi - ore 21

“When The Heart Emerges Glistening”

Una questione retorica, espressa da Akinmusire nel suo “manifesto”, alla ricerca della Terra promessa, una necessità di una chiarificazione di una riflessione sincera su tutto cio? che ci riguarda personalmente, il cambiamento, la vulnerabilità, la fierezza, la solidità, la sicurezza. Stati d?animo contrastanti, sempre presenti in noi e che il musicista cerca di interpretare in maniera onesta ed aperta.

Ambrose Akinmusire, tromba
Walter Smith III, sax tenore
Sam Harris, pianoforte
Harish Raghavan, contrabbasso
Justin Brown, batteria

25 Ottobre
TRIPLE VISION
Sala Petrassi - ore 21

“Visual Design And Sounds”

Un viaggio sentimentale e onirico all?interno della musica attraverso l?impatto emotivo dell?arte visuale e l?unione tra tre progetti musicali (R.A.J. Trio, Nohaybandatrio, M.A.T.) e le differenti personalità dei video-artisti (Gabriel Zagni, Alessandro Rebecchi Aka Byruz, Nadia Cassino). Ospite Fabrizio Bosso.

R.A.J. TRIO
Antonio Jasevoli, chitarra, elettronica
Michele Rabbia, batteria, percussioni, laptop
Marcello Allulli, sax tenore, elettronica

NOHAYBANDATRIO
Fabio Recchia, chitarra, basso
Emanuele Tomasi, batteria, percussioni
Marcello Allulli, sax tenore

M.A.T.
Marcello Allulli, sax tenore
Francesco Diodati, chitarra, elettronica
Ermanno Baron, batteria


26 Ottobre
RITA MARCOTULLI SEPTET
Sala Petrassi - ore 21

“Omaggio a Truffaut”

Quello di Rita Marcotulli è un Truffaut intimo, profondamente assorbito e tradotto in musica. Non vuole essere una colonna sonora alternativa a quella già esistente nei film del maestro francese, ma l?esposizione di tutto l?universo poetico che Truffaut attraverso le sue immagini, i suoi personaggi, i suoi temi ricorrenti in una alternanza di peso e leggerezza.

Rita Marcotulli, pianoforte
Javier Girotto, sassofono
Luciano Biondini, fisarmonica
Francesco Puglisi, contrabbasso
Aurora Barbatelli, arpa celtica
Roberto Gatto, batteria
Maria Teresa De Vito, live movie

27 Ottobre
50 ANNI DI MUSICA – FRANCO MICALIZZI & The Big Bubbling Band
Sala Petrassi - ore 21

“Cult Soundtracks and Jazz”

Franco Micalizzi musicista e compositore, negli Anni Settanta firma colonne sonore di film come “Roma a mano armata”, “La banda del Gobbo”, “Lo chiamavano Trinità”, lavorando con registi come Corbucci, Lenzi e Salce ed entrando così in totale sintonia con il filone poliziesco italiano a cui Quentin Tarantino ha dichiarato di essersi ispirato. Alla produzione di questo musicista, che si situa tra i migliori compositori di jazz funk orchestrale di quel periodo, hanno attinto molti artisti hip hop e DJ.

The Big Bubbling Band, direttore Franco Micalizzi


28 Ottobre
New European Jazz
RUSCONI
Teatro Studio - ore 21

“Revolution”
Prima italiana

La combinazione non convenzionale di strumenti, voce e preparazione musicale rende ogni esibizione di questa band una sorpresa con apparizioni live eccezionali durante le quali creano dei paesaggi musicali potenti e distinti. Anche se i tre giovani musicisti considerano il “suono” il focus del loro lavoro, dimostrano un particolare interesse per la visualizzazione della loro musica attraverso video musicali, bellissime fotografie e i sofisticati artwork delle custodie degli album e del sito web, con la collaborazione di artisti come Pipilotti Rist, Diana Scheunemann, e il collettivo “Zweihundfilm”.

Stefan Rusconi, piano, space echo & sound preparations, voce
Fabian Gisler, contrabbasso, distortion & feedback, voce
Claudio Strueby, batteria, tape & glockenspiel, voce

Concerto promosso dall’Istituto Svizzero di Roma e da Pro Helvetia Fondazione svizzera per la cultura in collaborazione con IMF Foundation e Fondazione Musica per Roma – Con il supporto della Popkredits di Zurigo e la cooperativa SIG – Schweizer Interpretenstiftung.

30 Ottobre
GIANLUCA PETRELLA I-JAZZ ENSEMBLE
Sala Sinopoli - ore 21

“Il Bidone” omaggio a Nino Rota

Una selezione di brani e colonne sonore del grande compositore riproposte in un ambiente sonoro poliedrico tra elettronica, jazz e pop. Nella selezione dei brani di Rota eseguita da Petrella, che ha recuperato anche materiali particolarmente rari, trovano ovviamente spazio i capolavori più conosciuti dal grande pubblico, come le colonne sonore dei film di Federico Fellini.

Gianluca Petrella, trombone
Giovanni Guidi, pianoforte
John De Leo, voce
Beppe Scardino, sax baritono
Andrea Sartori, elettronica e sartofono
Joe Rehmer, basso
Cristiano Calcagnile, batteria


31 Ottobre
JOE JACKSON AND THE BIGGER BAND FEATURING REGINA CARTER – 2012 TOUR
Sala Sinopoli - ore 21

“The Duke”

Joe Jackson presenta in esclusiva al Roma Jazz festival il suo album dedicato a Duke Ellington. L’artista che ha raggiunto la fama internazionale grazie ai suoi successi pop ha deciso di interpretare i classici di uno dei più grandi maestri dell’era dello swing, Duke Ellington, per il quale nutre una profonda ammirazione. Jackson interpreta i brani di Ellington filtrando il materiale del compositore attraverso la sua immaginazione e creatività sperimentando groove e sonorità inaspettate. Il risultato è una fusione di stili e suoni che si mescolano con una libertà che era propria del grande compositore Ellington.

Joe Jackson, voce e pianoforte
Darryl Jones, basso
Charley Drayton, batteria
Adam Rogers, chitarra
Sue Hadjopoulos, percussioni
Allison Cornell, tastiere, viola e voce
Regina Carter, violino


3 Novembre
FRANCESCO BEARZATTI – TINISSIMA QUARTET
Sala Petrassi - ore 21

“Monk?n?roll” omaggio a Thelonious Monk

Dopo i progetti “Tina Modotti” e “Suite di Malcolm X ” accolti con successo dalla critica e dal pubblico in Francia e all’estero, il sassofonista Francesco Bearzatti con il suo quartetto celebra Thelonious Monk in modo originale. Tutta l’energia e la potenza dei più famosi pezzi del rock (Led Zeppelin, Pink Floyd, Lou Reed, Michael Jackson) si intersecano con i temi più famosi del compositore scomparso 30 anni fa, per una rilettura divertente ed adrenalinica.

Francesco Bearzatti, sassofoni, clarinetto, xaphoon, electronics
Giovanni Falzone, tromba, human effects
Danilo Gallo, contrabbasso, basso elettrico
Zeno De Rossi, batteria e percussioni
Antonio Vanni, live video

Progetto video a cura di
Francesco Chiacchio, Valentino Griscioli e Antonio Vanni
con il contributo di
Kamran Thaerimoghaddam e Nicholas Myers.
Fotografie di Roberto Polillo.

22 Novembre
New European Jazz
ACTUUM
Studio 2 - ore 21

“Brutal music for nice people”
Prima italiana

Non hanno paura di esprimere il loro ambizioso “manifesto”, rompendo tutte le regole e creando il caos. Le loro canzoni sono audaci ed energiche ma sempre eleganti. la loro musica va per “sottrazione” e il loro sound è un’ideale colonna sonora per questi tempi di incertezza. I loro temi si ispirano alle composizioni di Charles Mingus e George Russell. Nel 2010 hanno vinto l’European Keep an Eye Jazz Award come migliore band e migliore composizione.

Benjamin Dousteyssier, sassofoni
Ronan Courty, contrabbasso
Louis Laurain, tromba
Julien Loutelier, batteria e percussioni

ACTUUM è supportata da Jazz Migration Edizione 2012 AFIJMA (Association des Festivals Innovants en Jazz et Musiques Actuelles) in collaborazione con IMF Foundation.

23 Novembre
New European Jazz
INSEARCH
Studio 2 - ore 21

“Art Alarm”
Prima italiana

Usano descrivere se stessi come musicisti che suonano jazz e alternative post rock. In effetti la loro musica va dal jazz elettrico di Miles Davis, al post-rock del gruppo islandese Sigur Ros, cercando di  sfuggire alle  banali generalizzazioni. Nelle loro composizioni creano un vigoroso e colorato spazio musicale in cui le barriere stilistiche e le caratteristiche del suono perdono la loro funzione, e l’ispirazione diventa l’anello di congiunzione tra l’idea e l’epressione.

Juozas Martink?nas, chitarra
Nojus Jurkus, sassofoni
Paulius Adom?nas, basso
Mantas Augustaitis, batteria

24 Novembre
NEW EUROPEAN JAZZ
ARVE HENRIKSEN / JAN BANG DUO
Teatro Studio - ore 21

“Ho ascoltato molto Don Cherry e Miles Davis, ma Nils-Petter e Jon Hassell sono coloro a cui mi sono ispirato maggiormente: un giorno Nils mi fece ascoltare lo shakuhachy giapponese, e lì capii che quella era la strada che stavo cercando con la mia tromba. Credo che la mia musica sia contemporanea, fatta di paesaggi sonori e musiche per film”.

Da anni alla ribalta della scena norvegese, si è sempre contraddistinto per l’originale timbro della sua tromba e per un uso della voce altrettanto originale, Legato alla natura in modo molto forte è spesso artefice di vere e proprie esperienze in contesti naturali di grande impatto.

Arve Henriksen, tromba
Jan Bang, live sampling

Arve Henriksen: Sito web - Facebook
Jan Bang: Sito web

25 Novembre
IRENE GRANDI – STEFANO BOLLANI
Sala S.Cecilia - ore 21

Nuovo progetto di Stefano Bollani che questa volta porta con sé sul palco la voce di Irene Grandi. Dopo aver suonato insieme nei primi anni ’90 a Firenze nel gruppo La Forma, in questi venti anni hanno sempre trovato il modo di collaborare, ospitarsi, invitarsi nei loro vari progetti e finalmente hanno deciso di condividere nuovamente un palco ed esibirsi in duo. La scelta del repertorio è stata data dall’immaginazione di un viaggio che racconta un po’ questa grande amicizia: i suoni del Brasile, l’Europa, il passato, il presente passando naturalmente da standard ad autori contemporanei. Una raffinata fusione fra il jazz di Stefano Bollani e la voce calda e rock di Irene Grandi.

Irene Grandi, voce
Stefano Bollani, pianoforte

Stefano Bollani: Sito web - Facebook
Irene Grandi: Sito web - Facebook

Irene Grandi & Stefano Bollani: Sito web - Facebook
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Roma Jazz Festival 2012: tutti gli eventi in programma

RomaToday è in caricamento