Il reggae di KG Man dal vivo al Rising Love

KG Man, al secolo Tommaso Bai, nato da mamma italiana e padre sud americano, inizia sin da bambino l' approccio a vari strumenti musicali. A 18 anni si innamorò perdutamente della reggae music, dal roots alla dancehall, ed iniziò ad esplorarne i confini. Nel 2004 forma una band, in cui si presenta come singer e riddim producer. Da subito attrae pubblico e stampa grazie al suo talento nel creare melodie e per il suo Patwa fluente, il dialetto giamaicano reso famoso dal reggae. Nel 2011 il suo primo singolo come solista, "Man a fighter" prodotto da MacroMarco (Macro Beats).

La dancehall hit "Nitelite" lo portò ad esibirsi nei palchi più prestigiosi del reggae, come Heineken Jamming Festival, Rototom Sunsplash, OverJam, Sonisphere, VeniceSunplash e Onelove Festival. KG Man ha cantato sui riddim più popolari, come Title riddim - Pad Anthony (One beat) - Ddanz riddim - Elephant Man (Princevibe) Snapback riddim (Tierecords) Vibz Kartell - We nah bow riddim (boomshak records) Sizzla. KG Man è l' opening act ufficiale in Italia di Sizzla per il suo tour del 2012. Tutto questo lo ha portato a condividere il palco con artisti come Stephen Marley, Sizzla, Teflon, Alborosie, Elephant Man, Busy Signal, Million Stylez. Sabato 1 marzo Ore 22.30 Rising Love Via delle Conce, 14 - Roma Ingresso Libero Infoline 3394270672

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di , potrebbe interessarti

I più visti

  • "Banksy A visual protest": oltre 90 opere in mostra al Chiostro del Bramante

    • dal 8 settembre 2020 al 11 aprile 2021
    • Chiostro del Bramante
  • Alberto Sordi, mostra nella sua villa a 100 anni dalla nascita

    • dal 16 settembre 2020 al 31 gennaio 2021
    • Villa di Alberto Sordi
  • "Balloon Museum", il primo museo del palloncino in un'ex deposito Atac a Roma

    • dal 11 febbraio al 14 marzo 2021
    • ex Deposito Atac, Pratibus District
  • I Marmi Torlonia, la mostra ai Musei Capitolini

    • dal 25 settembre 2020 al 27 giugno 2021
    • Villa Caffarelli
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    RomaToday è in caricamento