Il Festival di Saramago torna a Roma: musica capoverdiana e fado a Villa Barberini

​Riconosciuto ormai in ambito nazionale e internazionale come uno degli eventi culturali più rilevanti in tema di world music, il Festival Sete Sóis Sete Luas, con il prezioso sostegno dell'Estate Romana, porta nella Capitale tutte le sfumature della lusofonia: il 16 e il 17 luglio, presso Villa Barberini, il cantautore capoverdiano Michel Montrond e la giovane fadista portoghese Carolina presenteranno in anteprima nazionale i loro lavori al pubblico romano.

Il Festival Sete Sóis Sete Luas, giunto quest'anno alla sua XXII edizione, si è ormai affermato come palcoscenico internazionale per oltre 400 artisti: nato come progetto di cooperazione culturale tra Italia e Portogallo, dal 1993 non fa che crescere, coinvolgendo ogni anno più di 200.000 spettatori nei 13 Paesi del mondo luso-mediterraneo nel quale si realizza - Brasile, Capo Verde, Croazia, Francia, Grecia, Israele, Italia, Marocco, Portogallo, Romania, Spagna, Slovenia e Tunisia.

Nell'ambito di questa programmazione artistica internazionale, il Festival porta a Roma due grandi rappresentanti del mondo lusofono: Michel Montrond (Capo Verde, Isola di Fogo) e Carolina (Portogallo).

Il 16 luglio alle 21:30 si apre la rassegna musicale del Festival a Roma, con il concerto del cantautore Michel Montrond, giovane voce rivelazione di Capo Verde. Una chitarra, un stile unico e una grande presenza: è così che si presenta sul palco Michel, cantando in creolo canzoni dolci e animate capaci di disegnare gli orizzonti esotici della sua terra natale. Tra percussioni africane, influenze europee e ritmi sudamericani, Michel Montrond presenta in anteprima nazionale a Roma il suo primo disco "Kamin di Bedju", dove la tradizione capoverdiana si contamina con nuove sonorità.

La prima fadista mai contrattata dalla Sony si esibirà a Villa Barberini il 17 luglio alle 21:30: Carolina, che ha appena lanciato il suo primo disco omonimo, infonde nuova energia al Fado, il genere musicale simbolo del Portogallo dichiarato dall'UNESCO Patrimonio Immateriale dell'Umanità. Ciò che si ascolta sono le origini del fado, la perfetta sintesi delle influenze arabe, brasiliane e di tutto l'impero portoghese d'oltremare, cantate con uno stile estremamente contemporaneo.

Inserita nella programmazione ESTATE ROMANA 2014, la manifestazione "XXII Festival Sete Sóis Sete Luas" è realizzata con il sostegno di Roma Capitale in collaborazione con Acea e Siae.
Il Festival Sete Sóis Sete Luas si realizza a Villa Barberini con la collaborazione di:
Ambasciata del Portogallo in Italia - Istituto Camões
Programma:
Villa Barberini (Via Zandonai, 84) | ore 21:00 | Ingresso Gratuito
16 luglio - Michel Montrond (Capo Verde)
17 luglio - Carolina (Portogallo), concerto di Fado

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di , potrebbe interessarti

I più visti

  • "Banksy A visual protest": oltre 90 opere in mostra al Chiostro del Bramante

    • dal 8 settembre 2020 al 11 aprile 2021
    • Chiostro del Bramante
  • Festa del maritozzo, 30 proposte dolci e salate da Eataly

    • da domani
    • dal 2 al 4 ottobre 2020
    • Eataly Roma
  • Sunset Drive In, il cinema estivo all'aperto a Cinecittà

    • dal 3 luglio al 3 ottobre 2020
    • Cinecittà Studios
  • Apre Il Regno di Babbo Natale: un mondo incantato a un'ora da Roma

    • dal 18 settembre 2020 al 17 gennaio 2021
    • Vetralla (VT)
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
    Play
    Replay
    Play Replay Pausa
    Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
    Indietro di 10 secondi
    Avanti di 10 secondi
    Spot
    Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
    Skip
    Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
    Attendi solo un istante...
    Forse potrebbe interessarti...
    RomaToday è in caricamento