Carlo Atti 4tet – National Treasure

Sabato 1 e Domenica 2 aprile Carlo Atti 4tet - National Treasure al Gregory's Jazz Club - Roma Carlo Atti è il National Treasure del jazz italiano: se ci fosse un modo migliore per spiegare cosa vuol dire dialogare, improvvisare, scambiare, trattare il jazz come merita, e soprattutto rispettare il pubblico e portarlo al folle amore per la musica che è la nostra ragione di vita, lo faremmo; ma assistere ad un concerto di Carlo Atti significa "leggere" una voce enciclopedica della parola jazz; una festa per noi e per i nostri amici, e forse la migliore occasione per chi non conosce - o crede di non amare il jazz - per cambiare idea, per scoprire come in Italia abbiamo alcuni dei migliori musicisti in circolazione oggi a livello internazionale, di come questa musica può portarci in luoghi sconosciuti con la leggerezza, l'eleganza e la semplicità che solo i grandi sanno mettere nelle cose che fanno, anche le più complesse e difficili. Carlo Atti è forse la migliore incarnazione di venti anni di jazz al Gregory's. Il suo modo di amare il jazz, di suonare come se non si potesse fare altro nella vita, come se il jazz fosse la vita stessa; e c'è una bella differenza tra quello che si può dire e quello che vale la pena di provare sulla pelle. Per sapere qualcosa su Carlo Atti basta leggere la sua biografia, e cercare un pò in giro: troverete notizie, video, foto, curiosità e qualche aneddoto. Quello che non troverete da nessuna parte - a parte il palco del Gregory's - è tutto quello che riesce ad esprimere con il suo sax, dal vivo. Qualcuno ha definito Carlo Atti "musicista per musicisti" per sottolinearne la qualità dei grandi - quella di mettere a proprio agio chiunque abbia la fortuna di suonare con lui; per noi è il più grande sassofonista che il jazz italiano abbia conosciuto negli ultimi 25 anni e, per questo e per tanti altri motivi, siamo onorati di poterlo annoverare tra i nostri amici. Quello che Carlo Atti è in grado di comunicare con il suo sax va al di là del jazz - pur essendo allo stesso tempo jazz puro, in continua connessione tra origine ed essenza - e ci racconta di tutti i vinili che ha ascoltato, di tutti i musicisti che ha incontrato, di tutti i club in cui ha suonato e di tutti i festival a cui ha partecipato, in Italia e nel mondo, lasciando sempre la sua indelebile e inconfondibile traccia nella memoria di chi lo ha visto e di chi ha collaborato con lui. Carlo Atti - Sax tenore Leonardo Borghi - Pianoforte Vincenzo Florio - Contrabbasso Marco Valeri - Batteria Sabato 1 ore 21.30 Sabato 1 a mezzanotte Domenica 2 ore 22.00 € 20,00 inclusa la prima consumazione, solo per il concerto Via Gregoriana 54/a - Roma 06 6796386 3278263770 booking@gregorysjazz.com www.gregorysjazz.com

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Concerti, potrebbe interessarti

  • Emil, Carlo e Giancarlo: concerti dei Tre Tenori di Opera e Lirica

    • dal 2 ottobre al 18 dicembre 2020
    • Chiesa di San Paolo entro le Mura

I più visti

  • "Banksy A visual protest": oltre 90 opere in mostra al Chiostro del Bramante

    • dal 8 settembre 2020 al 11 aprile 2021
    • Chiostro del Bramante
  • Back to nature, installazioni d'artista a Villa Borghese

    • Gratis
    • dal 15 settembre al 13 dicembre 2020
    • Villa Borghese
  • Il Regno di Babbo Natale, un mondo incantato a un'ora da Roma

    • dal 18 settembre 2020 al 17 gennaio 2021
    • Vetralla (VT)
  • Il tempo di Caravaggio. Capolavori della collezione di Roberto Longhi, prorogata la mostra

    • dal 16 giugno 2020 al 10 gennaio 2021
    • Musei Capitolini, Palazzo Caffarelli
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    RomaToday è in caricamento