Acqua di colonia: presentazione al Teatro Argentina

Lunedì 6 febbraio (ore 17) nella Sala Squarzina del Teatro Argentina si terrà la presentazione del libro Acqua di colonia, ultimo lavoro del duo Elvira Frosini e Daniele Timpano, edito da CuePress, in cui la coppia di irriverenti della scena teatrale affronta il tema del Colonialismo italiano e dell’immaginario stereotipo sull’Africa, affrontando le radici storiche del pensiero paternalistico e razzista europeo. Introducono la presentazione Lorenzo Pavolini e Attilio Scarpellini con Igiaba Scego, letture di Lucia Mascino e Valerio Aprea. Dal testo alla scena, Acqua di colonia è soprattutto uno spettacolo in programmazione al Teatro India dal 28 febbraio al 2 marzo, nell’ambito della retrospettiva dedicata ai due artisti.

Una storia rimossa e negata, che dura sessant’anni. Inizia già nell’Ottocento, ma nell’immaginario comune si riduce ai cinque anni dell’Impero Fascista. Altri tempi? Acqua passata? Acqua di colonia. Vista dall’Italia, anche oggi, l’Africa è tutta uguale, astratta e misteriosa come la immaginavano nell’Ottocento.

Come durante il colonialismo l’Africa era per la popolazione italiana un concetto o una pura astrazione, così oggi, ci dice il duo Frosini/Timpano: «I profughi, i migranti, che ci troviamo intorno, sull’autobus, per strada sono astratti, immagini, corpi, realtà la cui esistenza è irreale: non riusciamo a giustificarli nel nostro presente». E i postumi dell’età coloniale ci appaiono: «come un vecchio incubo che ritorna, incomprensibile, che ci piomba addosso, come un macigno. Abbiamo lavorato su tutto l’immaginario della parte degli italiani bianchi – chiariscono – non parliamo dell’altra parte, né dei migranti di oggi. Questo immaginario ci porta però anche di fronte all’attuale migrazione, perché il nostro sistema di pensiero è ancora molto fondato su quello stesso sguardo di allora. Come se ci fosse rimasto attaccato addosso – di certo più di quanto ne siamo consapevoli. Siamo tutti infarciti di questo pensiero anche perché la storia colonialista è quasi del tutto ignorata a scuola». Una vera e propria lezione di storia raccontata con l’inconfondibile stile irriverente della coppia Frosini/ Timpano, i quali, a partire dal mito abusato e frainteso di un Pier Paolo Pasolini ‘à la mode’, sciorinano fatti storici, documenti e mitologie contemporanee frantumando l’utopia (già in polvere) della società post-razziale. Acqua di colonia è quindi una metafora, «un gioco di parole che evoca anche un gesto piratesco. Che racconta che oggi profumiamo e non puzziamo più dei nostri misfatti. E anche di quel Mediterraneo che è acqua che unisce e divide, che è vasta area di tragedie quotidiane. A lungo il blu del mare e il giallo del sole sono state le immagini che tenevamo in mente, accanto a quella di una boccetta di profumo a forma di donna nera, quella della copertina».
 

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Promozioni, potrebbe interessarti

  • GranRoma Gift Card: il regalo perfetto per ogni occasione

    • dal 30 novembre al 31 dicembre 2020
    • GranRoma GranShopping
  • Babbo Delivery: il Natale arriva direttamente a casa con GranRoma

    • dal 16 al 18 dicembre 2020
    • GranRoma Gran Shopping

I più visti

  • "Banksy A visual protest": oltre 90 opere in mostra al Chiostro del Bramante

    • dal 8 settembre 2020 al 11 aprile 2021
    • Chiostro del Bramante
  • Back to nature, installazioni d'artista a Villa Borghese

    • Gratis
    • dal 15 settembre al 13 dicembre 2020
    • Villa Borghese
  • Il Regno di Babbo Natale, un mondo incantato a un'ora da Roma

    • dal 18 settembre 2020 al 17 gennaio 2021
    • Vetralla (VT)
  • Il tempo di Caravaggio. Capolavori della collezione di Roberto Longhi, prorogata la mostra

    • dal 16 giugno 2020 al 10 gennaio 2021
    • Musei Capitolini, Palazzo Caffarelli
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    RomaToday è in caricamento