Turismo dei Monti Lepini: arriva una nuova app

Progetto Open Data della XVIII Comunità Montana dei Monti Lepini

Venerdì 13 febbraio 2015 alle ore 17:30 presso la sala consiliare di Segni il progetto Open Data Sistema viario di collegamento della XVIII Comunità Montana dei Monti Lepini sarà presentato alla stampa, agli Amministratori locali e ai cittadini.

Promuovendo un modello di open government basato sul libero accesso ai dati pubblici e sulla forte interazione con cittadini e imprese, la Comunità Montana, costituita dai comuni di Artena, Carpineto Romano, Gorga, Montelanico e Segni, ha favorito l’incontro delle istanze di tutela sociale e amministrativa con quelle della valorizzazione del territorio. Una zona di grande valore naturalistico, storico e culturale, caratterizzata dalla presenza di tradizioni enogastronomiche antiche, dalla produzione di prodotti artigianali, DOC, DOP e IGP.

Il presidente della Comunità Montana Ettore Pucinischi ha ritenuto doveroso cogliere l’opportunità del finanziamento regionale della Filas e della Comunità Europea per dare risposta puntuale alla domanda che arriva dal suo territorio. Ha accolto le richieste dei diversi produttori legati al mercato turistico locale e internazionale, individuando nel turismo un reale fattore di crescita per la valorizzazione della zona montana, come previsto dalla legge statutaria della stessa Comunità.

La vocazione originaria del progetto è di tipo prevalentemente turistico. Consolidando il patrimonio informativo attraverso procedure di raccolta, validazione e pubblicazione di dati relativi ai territori della Comunità Montana è infatti possibile garantire un’offerta turistica locale di qualità, capace di aumentare l’attrattività del territorio e favorire lo sviluppo economico della zona stessa.

In linea con il principio di riutilizzabilità dei dati aperti e in conformità con gli obbiettivi appena illustrati, la Comunità Montana ha sviluppato un’applicazione fruibile da web e da mobile, che consente una vera e propria promozione del territorio. Pertanto grazie a quest’App tutti i turisti potranno fruire dei servizi di geolocalizzazione e scoprire i servizi presenti sul territorio: dai luoghi d’interesse culturale e religioso, a quelli di tipo enogastronomico, sanitario e prettamente turistico.

AlternatYva, che da sempre sostiene grandi progetti e iniziative, ed è presente con servizi internet su tutto il territorio, riveste un ruolo molto importante all’interno del progetto Open Data Sistema viario di collegamento poiché ha realizzato e fornisce l’infrastruttura in cluoud ospitando e custodendo con standard di sicurezza elevatissimi l’intero patrimonio informativo.

Dopo un iniziale censimento di tutte le informazioni di tipo paesaggistico, culturale e commerciale mediante una campagna di raccolta sul territorio sostenuta dall’Ente, il software è stato sviluppato dalle aziende Mashfrog e Trustmyphone.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neve a Roma in settimana? Cosa dicono le previsioni meteo

  • Coronavirus, Roma e il Lazio verso la zona arancione: indice Rt e ricoveri oltre la soglia. Cosa cambia

  • Roma e Lazio in zona arancione: l'annuncio dell'assessore D'Amato

  • Coronavirus, a Roma e nel Lazio la situazione sta peggiorando: "Si è perso il controllo dei contagi, vi spiego perché"

  • Zona arancione, oggi si decide per Roma e il Lazio: i romani dovranno abituarsi a nuove regole

Torna su
RomaToday è in caricamento