"Next stop Termini/Vodafone", Atac apre allo sponsor nel nome delle stazioni

Per ripianare il bilancio dissestato, l'azienda di trasporti romana vira sul rebranding delle fermate della metro. Previsto un accordo con Vodafone che frutterà circa un milione di euro più la garanzia di interventi di manutenzione

A lanciare l'indiscrezione è Il Corriere della Sera in un pezzo firmato da Fabrizio Peronaci: presto le fermate della metro saranno oggetto di un'operazione di "rebranding" da parte di Vodafone. La multinazionale della telefonia, si è aggiudicata in via diretta la possibilità di inserire il proprio nome accanto a quello delle fermate della metro, presentando un'offerta fuori concorso rispetto a quelle più basse di Coca-Cola e Armani. Un tipo di strategia pubblicitaria che ricorda il caso del basket, dove ormai da anni lo sponsor è parte integrante del nome della squadra.

ESEMPIO SPAGNOLO - L'azienda britannica non è nuova a questo tipo di operazioni. Il solco delle sponsorizzazioni nella metro infatti, è stato aperto in Spagna con la metropolitana di Madrid, seconda solo a Londra per estensione, e al primo posto nella classifica dell'efficienza. La famosa parada "Puerta del Sol", si chiama ormai Vodafone-Sol. Una decisione che non è piaciuta ai romantici, perchè sembra una scelta irrispettosa nei confronti della storia, ma che su un piano estremamente pragmatico frutterà un milione di euro al gruppo Metro de Madrid.

LIQUIDITA' E MANUTENZIONE - Per quanto riguarda la metro della Capitale, l'accordo con Vodafone è stato favorito, secondo quanto scrive Fabrizio Peronaci, soprattutto dalla cattiva salute finanziaria dell'azienda di trasporti locale: l'Atac deve far fronte a perdite ingenti, 156 milioni di euro nel 2012, e dunque ha bisogno di liquidità. Vodafone è pronta ad offrire una cifra simile a quella di Madrid, ma che in più prevederebbe pulizia delle banchine e delle gallerie e interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria.

I TEMPI D'ATTUAZIONE - L'idea risale a gennaio, quando l'amministratore delegato Roberto Diacetti ne parlò per la prima volta, ma pare che negli ultimi tempi ci sia stata un'accelerazione. Secondo quanto riportato da Peronaci sul Corriere dell sera il gigante della telefonia mobile britannico potrebbe "adornare" la stazione metro di Termini già a partire da settembre. Prossime fermate nel mirino: Spagna e Barberini, visti gli imponenti flussi turistici che ogni giorno le attraversano. Per queste due fermate però si starebbe già in chiave 2014. Marino permettendo, ovviamente.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

fonte notizia Corriere della Sera

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Roma usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La sala è piena di pubblico senza mascherina: la “bolla” del Costanzo Show fa infuriare i social

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Roma, la mappa del contagio di ottobre: 47 quartieri con più di cento casi

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • La marcia 'nera' su Roma, l'ultra destra sfida il coprifuoco. La Questura: "Nessun preavviso per il corteo"

  • Ristorante romano consegna le chiavi a Virginia Raggi: "Roma muore e con sé la ristorazione e il turismo"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento