Proximus-Valcomino: a giugno solo il 20% dello stipendio ai suoi dipendenti

Il 20% all'inizio del mese, a metà giugno il rimanente solo se il comune di Tivoli pagherà il suo debito. Intanto i sindacati convocano un'assemblea

Dopo il notevole ritardo con cui è arrivato lo stipendio di maggio, anche quello di giugno potrebbe avere difficoltà ad essere incassato per i 30 lavoratori della cooperativa Proximus-Valcomino di Tivoli. Ad annunciarlo è Sandro Bernardini, Segretario Generale della Uil Fpl di Roma: "Come previsto, purtroppo, dal nostro sindacato, anche a Giugno 30 lavoratrici impiegate nell’assistenza domiciliare a Tivoli avranno difficoltà a percepire lo stipendio".

Le ultime indiscrezioni hanno fatto trapelare che per il primo mese estivo i dipendenti percepiranno solo il 20% del loro stipendio e il rimanente a metà giugno se il Comune pagherà il debito con la cooperativa: "Dopo il notevole ritardo nell’erogazione degli stipendi nel mese di Maggio da parte della Proximus-Valcomino (cooperativa sociale che ha vinto la gara dell’assistenza domiciliare a Tivoli) ci stanno giungendo sempre più insistenti voci - spiega Berbardini - secondo le quali a Giugno i lavoratori riceveranno solamente il 20% dello stipendio a causa del mancato pagamento del Comune di Tivoli. La somma rimanente la percepiranno a metà Giugno solamente se entro questo periodo il Comune manterrà la promessa di pagare una parte del debito che ha nei confronti della cooperativa. Una situazione al limite che non possiamo più tollerare".

Le unioni sindacali hanno quindi deciso di convocare un'assemblea per lunedì 10 giugno in cui verranno decise le azioni da adottare: "Alla luce di quanto sta accadendo Cgil Fp, Cisl Fp e Uil Fpl hanno convocato – conferma il Segretario Generale della Uil Fpl di Roma e Lazio -  per Lunedi 9 Giugno, alle ore 18, un’assemblea che si terrà presso l’Ufficio Caf della Uil di Tivoli. In quella occasione decideremo le azioni da adottare, a partire dallo stato di agitazione di tutto il personale, oltre a prevedere immediate azioni di protesta sotto la sede comunale. Intanto il Comune di Tivoli provveda con urgenza a convocare le OO.SS e la parte datoriale al fine di affrontare e risolvere una volta per tutte questo problema". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Neve a Roma in settimana? Cosa dicono le previsioni meteo

  • Roma e Lazio in zona arancione: l'annuncio dell'assessore D'Amato

  • Zona arancione, cosa si può fare e cosa no a Roma e nel Lazio dal 17 gennaio

  • Coronavirus, Roma e il Lazio verso la zona arancione: indice Rt e ricoveri oltre la soglia. Cosa cambia

  • Sabato zona gialla a Roma e nel Lazio: il 16 gennaio giornata limbo prima della stretta

  • Coronavirus, a Roma e nel Lazio la situazione sta peggiorando: "Si è perso il controllo dei contagi, vi spiego perché"

Torna su
RomaToday è in caricamento