menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Specialisti di medicina interna a rischio 'estinzione'

Secondo uno studio di Anaao Assomed, tra dieci anni 1830 internisti in meno nel nostro Paese. Campanini "Se non si prendono decisioni lo scenario è preoccupante"

Una nuova 'specie' è a rischio di estinzione. Non si tratta di animali ma degli specialisti di medicina interna. Lo studio del sindacato Anaao Assomed porta sotto i riflettori una situazione preoccupante. Tra dieci anni infatti l'Italia avrà 1830 internisti in meno. 58mila tra camici bianchi dipendenti del Servizio Sanitario Nazionale, universitari e specialisti ambulatoriali se andranno in pensione. Ma secondo l'attuale programmazione, il numero di contratti di formazione specialistica raggiungerà la soglia di sole 42mila unità.

"Ci troveremo di fronte a un grosso problema" sottolinea Mauro Campanini, Presidente nazionale Fadoi-Società Scientifica di Medicina Interna "mancherà infatti il ricambio dal momento che i posti pensati per la specialità in medicina interna non saranno sufficienti a coprire il fabbisogno legato al pensionamento di chi già è in attività".

"Ai non addetti ai lavori" continua "ricordo che per poter essere assunti nei reparti di medicina interna, che sono quelli più diffusi in tutta Italia, in tutta Europa e in tutto il mondo, sia nei piccoli sia nei grandi ospedali, bisogna avere la specialità in medicina interna. Detto questo, se non saranno prese delle decisioni, lo scenario che ci troveremo di fronte sarà a dir poco preoccupante". Secondo Campanini, gli internisti rappresentano un "aspetto portante nella gestione ospedaliera poichè, rispetto ad altre specialità mediche, riguardano fette più ampie di popolazione".

Allora quale può essere la soluzione? "E' semplice" dice il Presidente "è evidente che se gli specialisti che verranno 'prodotti' in questi anni non saranno sufficienti, bisognerà pensare ad aumentarne il numero. Ma è ovvio che la soluzione non spetta a me piuttosto agli organi decisori, quindi a presidi, rettori e direttori delle scuole di specializzazione".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Notizie

Blocco traffico a Roma: domenica 24 gennaio niente auto nella fascia verde

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    "Fa er provola", perché si dice così?

  • De Magna e beve

    12 "vizi" artigianali: nuovo regno del tiramisù apre a Roma

  • De Magna e beve

    Dove mangiare i 5 supplì più buoni di Roma, rigorosamente "al telefono"

Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento