Giovedì, 28 Ottobre 2021
Economia

Sky, il Papa contro i licenziamenti: "Chi toglie lavoro fa un peccato gravissimo"

Il Pontefice ha rivolto un pensiero ai lavoratori durante i saluti ai fedeli di lingua italiana, che come di consueto concludono l'appuntamento del mercoledì in piazza San Pietro con i fedeli

"Il lavoro ci dà dignità". Papa Francesco ha rivolto "un pensiero speciale" ai lavoratori di Sky Italia. Lo ha fatto durante i saluti ai fedeli di lingua italiana, che come di consueto concludono l'appuntamento del mercoledì in piazza San Pietro con i fedeli. Il Pontefice ha auspicato che "la loro situazione lavorativa possa trovare una rapida soluzione, nel rispetto dei diritti di tutti, specialmente delle famiglie". Il riferimento è al piano presentato nelle scorse settimane da Sky che prevede oltre 200 esuberi e 300 trasferimenti da Roma a Milano.

"I responsabili dei popoli, i dirigenti" ha proseguito Papa Francesco tra gli applausi, "hanno l'obbligo di fare del tutto perché ogni uomo e ogni donna possa lavorare e così avere la fronte alta, guardare in faccia gli altri con dignità". Poi ha aggiunto: "Chi per manovre economiche, per fare negoziati non del tutto chiari chiude fabbriche, chiude imprese lavorative e toglie lavoro agli uomini, questa persona fa un peccato gravissimo", il monito di Francesco, ancora tra gli applausi. 

"Le parole del Santo Padre non restino vane" il commento di Stampa Romana. "Sono parole chiare, nette e precise che devono impegnare tutte le parti impegnate nella trattativa sindacale. Sono parole che devono scuotere la politica, nazionale e locale, a non trascurare nella loro agenda la vertenza Sky". Per Stampa Romana "resta incredibile che un'azienda che produce utili in costante e forte crescita e che fa un investimento sull'informazione di 30 milioni di euro (7 a Roma) chiuda questa operazione con duecento esuberi, al di fuori delle procedure di legge, e con l'impoverimento del tessuto produttivo della Capitale".

Sulla stessa linea Paolo Terrinoni, segretario generale della Cisl di Roma Capitale e Rieti: "L'appello non cada nel vuoto" ha scritto in una nota. "E' importante che papa Francesco abbia detto queste parole perché nel mondo del lavoro serve un nuovo senso di responsabilità e la logica del profitto a tutti i costi, che comprime come un caterpillar i lavoratori e le lavoratrici e le loro famiglie, a solo vantaggio degli azionisti, deve finire. Non si può continuare ad assistere inermi ad aziende e multinazionali che, seppur in attivo e con solidi guadagni, continuano a rincorrere il massimo profitto a discapito dei lavoratori".

"Persino il Papa prende posizione sulla vertenza Sky" il commento del consigliere regionale Lazio, Giuseppe Cangemi, presidente della commissione consigliare di Vigilanza su pluralismo dell'informazione. "Soltanto Zingaretti se ne infischia" prosegue: "In Consiglio regionale ci siamo occupati da subito di questa vertenza, che mette a rischio il lavoro di tante persone e la competitività di un intero territorio, e abbiamo più volte sollecitato Zingaretti a fare la sua parte, anche presso il governo nazionale". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sky, il Papa contro i licenziamenti: "Chi toglie lavoro fa un peccato gravissimo"

RomaToday è in caricamento