Martedì, 15 Giugno 2021
Economia

Qualità della vita nel Bel Paese: Roma e provincia al 23esimo posto

Valutati tenore di vita, affari e lavoro, servizi-ambiente-salute, popolazione, ordine pubblico e tempo libero. La Provincia di Roma guadagna 12 posizioni

Migliora la vivibilità della capitale e di tutta la sua provincia, ma sono ancora ben lontani gli standard qualitativi elevati: questo il bilancio della 22/a edizione della ricerca annuale de "Il Sole 24 Ore" dedicata alla “Qualità della vita nelle province italiane” che classifica Roma al 23esimo posto.

La vita nella capitale dunque non è proprio rosa e fiori e i residenti si devono ancora scontrare con diverse criticità, anche se, dati alla mano, la qualità della vita nella provincia di Roma è migliorata, infatti nel 2011 la città eterna ha guadagnato ben 12 posizioni.
L'indagine, attraverso le statistiche più recenti mette a confronto la vivibilità nelle 107 province italiane in sei aree significative: tenore di vita, affari e lavoro, servizi-ambiente-salute, popolazione, ordine pubblico e tempo libero. Ciascuna area è suddivisa a sua volta in 36 parametri e alla pagella finale si arriva attraverso il calcolo dei 'voti' ottenuti nei 36 parametri e nelle sei tappe dell'indagine.

Alemanno commenta i risultati della classifica: “Roma ha guadagnato ben dodici posizioni nella classifica annuale de 'Il Sole 24 ore' sulla qualità della vita nelle città italiane. Si tratta di un ottimo risultato, che premia l'impegno della nostra amministrazione per garantire una città più accogliente e vivibile per tutti - aggiunge - Come ricorda il dossier fra le quattro metropoli italiane Roma ha registrato il miglioramento più importante, con indici in crescita in quattro macroaree: Ordine pubblico, dove si posiziona sopra a Torino, Milano e Napoli, con un netto progresso rispetto al 2006; Servizi, ambiente e salute, che vede la Capitale all'11/o posto; Affari e lavoro, a conferma della vitalità del nostro tessuto imprenditoriale anche di fronte alla gravissima crisi che stiamo attraversando. Infine - ricorda Alemanno - anche la sezione Tempo libero premia Roma per l'offerta culturale e l'ospitalità con un ottimo sesto posto". Per Alemanno "la ricerca de 'Il Sole 24 ore' ci offre uno spaccato di una grande città metropolitana in crescita che non teme il confronto con le altre grandi capitali europee: è importante che i romani siano coscienti delle potenzialità della loro città e di tutte le sfide alla quale stiamo rispondendo".


La provincia italiana dove si vive meglio è Bologna, mentre a quella di Foggia va la maglia nera della vivibilità.

L'indagine ripropone l'annoso divario Nord-Sud. Nella classifica finale infatti, per arrivare alla prima realtà del Mezzogiorno bisogna scendere fino al 45/o posto occupato da Olbia-Tempio; al contrario partendo dal fondo classifica bisogna risalire fino all'84/o gradino per incontrare una provincia non meridionale, Frosinone. Anche nelle sei graduatorie di tappa è il Nord a prevalere: Treviso nel Tenore di vita, Ravenna in Affari e Lavoro, Trieste nei Servizi, Piacenza nella Popolazione e Rimini nel tempo libero. Il Sud ha la sua rivincita nell'Ordine pubblico con Oristano che conquista la palma della sicurezza. (Fonte Ansa)
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Qualità della vita nel Bel Paese: Roma e provincia al 23esimo posto

RomaToday è in caricamento