menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Croce Rossa: i dipendenti protestano in via Ramazzini contro la privatizzazione dei contratti

Trenta lavoratori sono saliti ieri sui ponteggi del Centro di Educazione Motoria e sono riusciti ad ottenere un incontro in Regione per discutere il problema

Trenta dipendenti delle Croce Rossa, per la maggior parte precari, sono saliti ieri sera in cima ai ponteggi del Centro di Educazione Motoria di via Ramazzini, per protestare contro il passaggio da un contratto di natura pubblica ad uno ANPAS di natura privata. Quest'ultimo, infatti, non garantisce i livelli occupazionali e salariali nè il processo di stabilizzazione del personale a tempo determinato.

Secondo Massimiliano Gesmini dell'Unione Sindacale di Base, gli effetti della privatizzazione "a breve produrranno migliaia  di licenziamenti. Soprattutto tra il personale a tempo determinato, che invece rivendica giustamente il diritto ad un lavoro stabile dopo anni e anni di precarietà”.

La protesta della CRI è andata avanti, in modo pacifico, per tutta la mattinata di oggi e ha ottenuto poco fa una prima apertura da parte dell'Amministrazione, per mano di Lena." L'Assessore", ci conferma Gesmini, "si è recato di persona sul posto per rassicurare i lavoratori e ha mostrato una convocazione rivolta a tutte le parti interessate, invitando a smettere la protesta". L'incontro per discutere la questione è stato fissato per martedì, alle 12.00, in Regione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento