Giovedì, 24 Giugno 2021
Economia

Roma Capitale, nasce il Consiglio Tributario contro l'evasione fiscale

Il nuovo organismo di Roma Capitale è stato approvato oggi dalla Giunta Capitolina e sarà uno strumento in più per la lotta contro l'evasione fiscale

La Giunta capitolina ha approvato la nascita del Consiglio Tributario di Roma Capitale, per contrastare l'evasione fiscale e contributiva e recuperare le somme spettanti alle amministrazioni locali che collaborano con lo Stato nell’attività di accertamento dei tributi erariali. Il regolamento istitutivo del nuovo Consiglio è stato approvato dal sindaco Alemanno su proposta dell'assessore al Bilancio e allo Sviluppo economico, Carmine Lamanda. Lo rende noto un comunicato di Roma Capitale. Il provvedimento, che dovrà essere sottoposto all'approvazione dell'Assemblea Capitolina, “adempie alle disposizioni contenute nella manovra 'estiva' varata dal Governo nel 2010 (D.L. n. 78/2010) per potenziare ulteriormente la partecipazione dei Comuni nella lotta all’evasione fiscale”.

La legge stabilisce infatti l'istituzione, nei comuni con più di 5mila abitanti, di organismi ausiliari “per poter acquisire la quota pari al 50 per cento dei tributi statali recuperati grazie alla collaborazione offerta dall’ente locale”. L’istituzione del Consiglio Tributario di Roma Capitale consente quindi “di rafforzare le attività di contrasto e recupero dell’evasione fiscale e contributiva che costituiscono, da sempre, uno dei punti strategici di tenuta del bilancio capitolino”. Il Consiglio Tributario capitolino sarà formato da personale direttivo interno, ma è prevista la partecipazione, qualora necessario, di professionalità esterne o di altre strutture pubbliche. I membri del Consiglio e gli eventuali consulenti, specifica il comunicato, non percepiranno alcun compenso per l’attività svolta. Questa attività, senza alcun onere a carico del bilancio, “avrà natura di ausilio e supporto alle strutture più direttamente impegnate nell’attività di recupero delle somme evase, soprattutto ai fini del riconoscimento del contributo statale spettante all’Amministrazione capitolina”.

Il nuovo Consiglio sarà composto da sei membri: i cinque direttori dei dipartimenti più direttamente impegnati sul versante tributario (Risorse Economiche; Attività Economiche e Produttive; Programmazione e Attuazione Urbanistica; Patrimonio; Anagrafe e Servizi elettorali) insieme al Comandante del Corpo di Polizia di Roma Capitale o da un suo delegato. Il Consiglio nominerà al proprio interno un suo Presidente e si occuperà tra l'altro di esaminare le posizioni fiscali e contributive emerse in fase di accertamento, adottando le proprie deliberazioni a maggioranza.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Roma Capitale, nasce il Consiglio Tributario contro l'evasione fiscale

RomaToday è in caricamento