rotate-mobile
Venerdì, 28 Gennaio 2022
Economia

Moovenda, l'impresa romana sfida le multinazionali del food delivery: "Assumeremo noi tutti i fattorini"

Il ceo Ridolfi: "I player stranieri minacciano di andarsene? Assumeremo noi tutti i fattorini che resteranno senza lavoro"

La prima start-up italiana di food delivery è romana e si chiama Moovenda. Siede al tavolo delle trattative voluto dal ministro del Lavoro e dello Sviluppo Economico Di Maio ed è pronta a sfidare le multinazionali del settore a suon di diritti, come testimoniano le parole del Ceo, Simone Ridolfi.

Ridolfi: “Assumiamo noi tutti i fattorini che licenziano le aziende straniere”

“Apprendo che alcuni grandi player stranieri minacciano di andarsene dall’Italia se verrà, come sembra, abbandonata la strada dei pagamenti a cottimo - afferma Ridolfi - Bene, allora assumeremo noi tutti i fattorini che resteranno senza lavoro e, allo stesso modo, ci occuperemo di accogliere nella nostra piattaforma i tantissimi ristoranti che rimarrebbero orfani del servizio a domicilio”.

Il ceo di Moovenda non le manda a dire ai competitor stranieri: “Noi da sempre mettiamo il lavoratore in cima alla nostra scala di valori, Di Maio ha ragione - prosegue Ridolfi - non bisogna cedere al ricatto delle multinazionali a discapito dei lavoratori. Il vuoto normativo va colmato assolutamente, anche perché al momento chi tratta i lavoratori in modo etico come noi subisce la concorrenza sleale di chi invece si approfitta proprio di questo. Stiamo decidendo il futuro di migliaia di persone, per questo ribadisco che siamo disposti ad assumere tutti i rider nel caso in cui le multinazionali abbandonino il mercato. E allo stesso modo dico a tutti i ristoranti che vogliono continuare il servizio di delivery che siamo disposti ad accoglierli nella nostra piattaforma. Il mercato italiano non ha bisogno delle multinazionali”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Moovenda, l'impresa romana sfida le multinazionali del food delivery: "Assumeremo noi tutti i fattorini"

RomaToday è in caricamento