rotate-mobile
Lunedì, 26 Febbraio 2024
Economia

Danni da fauna selvatica alle aziende agricole, la Regione stanzia 360 mila euro di indennizzi

Nel 2020, danni record a colture agricole e agli allevamenti zootecnici

Una goccia nel mare nonostante l’importo totale sia comunque notevole. Per l’annualità 2020, la Regione Lazio ha riconosciuto 360mila euro in indennizzi a tutte quelle ditte che hanno subito danni dalla fauna selvatica alle colture agricole e agli allevamenti zootecnici. Per la maggior parte, quindi, si tratta di danni causati dai cinghiali, vera spina nel fianco per agricoltori ed allevatori. La cifra stanziata, però, non copre tutti i danni. La Regione, infatti, eroga per ogni soggetto un indennizzo pari al 47% dei danni totali calcolati, praticamente la metà. Non solo. Come si legge nella determinazione con la quale sono state stabilite le graduatorie, molte aziende sono rimaste escluse dai sostegni, tanto che servirà, in futuro, stilare nuovi elenchi.

Frosinone

I coltivatori diretti, gli imprenditori agricoli professionali della provincia di Frosinone riceveranno indennizzi per un totale di circa 35 mila euro. I danni effettivi, quindi, sono almeno il doppio e, come detto, il bilancio è destinato a salire quando verranno completati gli elenchi dei soggetti che possono accedere agli indennizzi. Scorrendo l’elenco dei beneficiari, ci sono realtà che, solo nel 2020, hanno avuto danni per più di 8 mila euro. C’è chi si è ritrovato con 7 mila o 6 mila e 500 euro di danni, somme ingenti per chi porta avanti un’attività di questo tipo. In media, negli ambiti territoriali di caccia di Frosinone, gli indennizzi calcolati si aggirano sui 2 mila euro a testa.  

Latina

Negli ambiti territoriali di caccia di Latina, sono stati previsti, per il 2020, risarcimenti per un totale di circa 34 mila euro, a fronte di indennizzi calcolati di 72 mila euro totali. Si va da soggetti che riceveranno poche centinaia di euro ad altri che arrivano anche sopra i 2 mila euro di indennizzi. I danni maggiori, scorrendo l’elenco dei beneficiari, sono stati quelli registrati dall’azienda agricola Foschi e Fanella SS, con quasi 4 mila euro di indennizzi calcolati. Togliendo, da questa cifra, il 53%, l’azienda riceverà circa mille e 800 euro.

Rieti

Nella provincia di Rieti gli indennizzi totali ammontano a circa 40 mila euro. Gli importi sono molto variegati ma ci sono soggetti che hanno subito circa 6 mila euro di danni effettivamente calcolati. Tanti altri si sono “fermati” tra i 2 mila ed i 3 mila euro. Ci sono piccoli coltivatori ma anche aziende con decine di dipendenti e che allevano centinaia di capi di bestiame. Questi indennizzi, quindi, rappresentano un piccolo aiuto per un settore che, come tanti altri, ha vissuto anni difficile a causa della pandemia e non solo.

Viterbo

La provincia di Viterbo riceverà ben 150 mila euro di indennizzi, la cifra più alta rispetto agli altri quadranti della regione, divisi tra 98 soggetti. C’è un’azienda agricola che ha registrato 20 mila euro di danni, un’altra 21 mila. Poi ce ne sono tantissime che hanno fatto registrare indennizzi calcolati che variano dai 5 ai 6 mila euro fino a punte che si aggirano tra i 10 mila ed i 15 mila euro. Insomma, il 2020 è stato un anno nero per i coltivatori diretti e gli imprenditori agricoli professionali viterbesi.

Roma

Gli indennizzi negli ambiti territoriali di caccia di Roma sfiorano i 100 mila euro. Nella provincia che, probabilmente, più di altre soffre per la presenza di cinghiali, nel 2020 si sono registrati indennizzi da record. Infatti, se i risarcimenti totali ammontano a 100 mila euro, vuol dire che gli animali selvatici hanno causato danni per più del doppio di questa cifra. Scorrendo la graduatoria dei beneficiari, balza all’occhio la società agricola Fratelli Troiani, con danni per circa 21 mila euro e un indennizzo di 10 mila. Particolare, invece, la posizione dell’azienda agricola Caccia Silvano che, nel 2020, si è vista calcolare un indennizzo di circa 42 mila euro. Avrebbe quindi dovuto ricevere almeno 20 mila euro dalla Regione, soldi però che non vedrà perché, nel triennio, ha raggiunto il massimale concedibile di aiuti in regime di “de minimis”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Danni da fauna selvatica alle aziende agricole, la Regione stanzia 360 mila euro di indennizzi

RomaToday è in caricamento