rotate-mobile
Martedì, 25 Gennaio 2022
Economia Casal Bertone / Via Maria Brighenti

"Orari di lavoro impossibili": protestano le lavoratrici dell'Ipercoop Casilino

Un gruppo di cassiere ha effettuato questa mattina un blitz presso gli uffici dell'Ispettorato al Lavoro con il sostegno del sindacato Usb. "Siamo qui per sollecitare un'attenta verifica"

Contratti part-time con "orari imprevedibili, cambiati per telefono". E condizioni di lavoro "difficili". Sono questi alcuni motivi che hanno spinto un gruppo di lavoratrici dell'Ipercoop Casilino di Roma ha effettuare un blitz questa mattina presso l'Ispettorato del Lavoro in via Maria Brighenti, a Portonaccio. A denunciarlo è l'Unione sindacale di base che questa mattina ha accompagnato il gruppo di cassiere, tredici persone in tutto, che si è recato presso gli uffici "in rappresentanza anche delle colleghe che nel frattempo erano al lavoro" ha spiegato Francesco Iacovone dell'Esecutivo Nazionale Usb Lavoro Privato.  

“Per le donne impiegate in Coop, che hanno stipendi medi che si aggirano attorno ai 700 euro mensili, la realtà è ben diversa dall’ambiente accattivante e simpatico ritratto negli spot della catena commerciale”, dichiara Emidia Papi, dell’Esecutivo Nazionale USB Lavoro Privato. “Orari impossibili, cambiati anche per telefono, che non consentono l'organizzazione e la gestione dei tempi di vita e di cura della famiglia, per di più in cambio di uno stipendio da fame”. 

Così il blitz all'ispettorato "per denunciare le condizioni imposte a queste lavoratrici e per sollecitare un'attenta verifica da parte degli organi ispettivi sulle modalità di gestione dell'organizzazione del lavoro, che all’Ipercoop Casilino è peraltro in regime di solidarietà". Nel corso della mattinata le lavoratrici hanno incontrato uno dei responsabili dell'area di competenza: "Abbiamo riscontrato un'apertura positiva" ha spiegato Iacovone. "Ci è stato assicurato che in tempi brevi verranno effettuati i controlli e le verifiche in merito a eventuali violazioni in tema di turnazioni, riposi e orari di lavoro. Non è possibile dedicare la propria vita a un lavoro in cambio di 700 euro di stipendio mensili". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Orari di lavoro impossibili": protestano le lavoratrici dell'Ipercoop Casilino

RomaToday è in caricamento