rotate-mobile
Economia

Fisco, Alemanno: “Prima rata Imu con aliquote base, poi conguaglio”

Il sindaco commenta la decisione del Governo: “Le aliquote aggiuntive devono essere decise dall'Assemblea capitolina e questo avverrà tra aprile e maggio”

Il sindaco di Roma Gianni Alemanno, durante la trasmissione Unomattina, ha espresso il suo parere sulla decisione del Governo di far pagare la prima rata dell'Imu con le aliquote base: “Le aliquote aggiuntive devono essere decise dall'Assemblea capitolina e questo avverrà tra aprile e maggio e quindi è giusto che la prima rata venga pagata con le aliquote base già determinate dal Governo. Poi alla fine dell'anno si pagherà il conguaglio finale".

Alemanno ha poi ribadito che riguardo a questa nuova tassa i Comuni fanno "solo gli esattori ma non incassano quasi nulla. A Roma, per esempio, il gettito dell'Imu potrà essere sui due miliardi e almeno 1,7 va allo Stato, tra tagli ai trasferimenti e gettito diretto. Quindi, è una tassa dello Stato la cui gestione è scaricata sui Comuni".

Spiega ancora Alemanno: “Attendiamo 1,2 miliardi da parte della Regione Lazio ma bisogna spezzare una lancia a favore di Renata Polverini che a sua volta aspetta altri 2 miliardi. E' un gioco di non trasferimenti che parte dalle Stato e arriva fino a noi che però siamo gli ultimi anelli della catena e prendiamo schiaffi da tutti".

“E' in corso una trattativa con il Governo e ci auguriamo che intervengano aiuti che permettano ai Comuni di chiudere l'anno: noi avremo una carenza di liquidità tra settembre-ottobre. Tutti i comuni hanno problemi di liquidità- ha aggiunto - e la situazione è molto tesa. Noi rischiamo di essere i capri espiatori di tutta questa operazione molto pesante". (Fonte Ansa)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fisco, Alemanno: “Prima rata Imu con aliquote base, poi conguaglio”

RomaToday è in caricamento