A maggio a Roma impennata dei prezzi dei generi alimentari: "Romani esausti, manifestiamo"

I dati della Uil. Il costo della frutta sale del 12,4%, seguito da pesce, vino, latte e pane. Giù solo i costi dell'istruzione universitaria

Si è registrata una forte impennata dei prezzi dei generi alimentari (e non) lo scorso mese di maggio nella capitale. In cima alla classifica dei rincari svetta la frutta che segna +12,4% rispetto ad aprile e +11,8% rispetto a maggio dello scorso anno.

È proprio la frutta di stagione ad aver subito l'aumento maggiore con prezzi quasi proibitivi se parliamo ad esempio di ciliegie o albicocche. Questi sono solo alcuni dei dati sull'inflazione nel mese di maggio 2018 a Roma elaborati dalla Uil regionale.

Gli altri aumenti

In aumento rispetto a maggio 2017 anche l'acqua minerale e i succhi di frutta (+3%), il pesce (+2,7%), i vini (+2,6%), latte e formaggi, caffe e cacao (+2,5%), la carne (+2,4%) e persino il prezzo del pane che sale del 2,2% rispetto a un anno fa.

Segno più anche per il gasolio per il riscaldamento che cresce dell'1,6% rispetto ad aprile 2018 e di ben il 6,6% rispetto a maggio 2017, così come i carburanti per i mezzi di trasporto privati che costano oggi circa il 6% in più rispetto allo scorso anno. Aumenti alle stelle per i costi del trasporto aereo che in un anno crescono del 13%. Mentre l'incremento dei costi dei pacchetti vacanza si attestano solo, si fa per dire, al +3,2%.

Se il carrello della spesa diventa sempre più caro, continuano a calare invece i costi dell'istruzione universitaria che in un anno sono diminuiti del 39%, a differenza della scuola dell'infanzia e di quella primaria che segnano un +1,6%. Per iscriversi invece a un corso di formazione si spenderà esattamente quanto lo scorso anno.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Civica (Uil): “Romani esausti, mercoledì manifestazione”

I romani sono esausti. Questa situazione non può reggere - commenta il segretario generale della Uil del Lazio, Alberto Civica - assistiamo a continue crisi aziendali, delocalizzazioni, trasferimenti, licenziamenti, in una capitale ormai immobile da troppo tempo. E mentre servizi e qualità della vita decrescono giorno dopo giorno, i prezzi aumentano. Questo produrrà una diminuzione di consumi e, di conseguenza, uno stallo economico che non possiamo assolutamente permetterci. Non è più tempo di attese. Dopo due anni, l'inesperienza non è una giustificazione. Anche per questo abbiamo programmato per mercoledì 6 una manifestazione unitaria in piazza del Campidoglio".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Roma, la mappa del contagio di ottobre: 47 quartieri con più di cento casi

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • Paura a Gregorio VII, a fuoco un autobus: esplosioni e colonna di fumo nero sulla zona

  • La marcia 'nera' su Roma, l'ultra destra sfida il coprifuoco. La Questura: "Nessun preavviso per il corteo"

  • Coprifuoco a Roma e nel Lazio, ecco l'ordinanza: autocertificazione per spostamenti da mezzanotte alle 5

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento