Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Economia

25 anni per il Master che forma i manager del turismo laziali

Il filo rosso che porta a Venezia aspiranti manager del turismo si srotola da tutte le regioni italiane (e spesso anche dall’estero) ormai da 25 anni esatti

Centro di attrazione è quel Master in Economia e Gestione del Turismo curato da Ciset, Centro Internazionale di Studi sull’Economia Turistica dell’Università Ca’ Foscari. Quello che per tutti resta il «Master Ciset», infatti, festeggia quest’anno i suoi primi venticinque anni, cinque lustri che nel mondo dell’alta formazione sono un’attestazione di valore tout court.

Il Lazio contribuisce ogni anno con una lunga tradizione di studenti di valore. Per citare alcune storie su tutte, da Villa Mocenigo (la villa veneta che ospita il master) sono usciti Graziano Felci (classe master 2013/14) che ora ricopre il ruolo di Market Associate presso Expedia nella sede di Milano, Roberto Pannozzo (classe 2003/04) è invece Director of European Cities presso un altro colosso del turismo, la Jumbo Tours. Alessia Vitale (classe 2015/16), per citare una manager donna, è ora Digital Strategist alla IQUII. In comune, questi tre professionisti romani, hanno la formazione al Master in Economia e Gestione del Turismo di Ciset-Ca’ Foscari, un master contraddistinto dal costante aggiornamento e da una stretta collaborazione con le principali aziende del settore. E lo sono da 25 anni. In questi due decenni e mezzo il mondo del turismo ha vissuto una vera e propria rivoluzione. Essere ancora in grado di vantare un placement del 98% a un anno dal diploma racconta un percorso formativo che ha saputo tenere il passo coi tempi, anzi, che spesso li ha anticipati. Lo dicono i quasi 700 professionisti del turismo usciti dal «Master Ciset», un gruppo coeso che ha dato vita a una nutrita community di ex allievi. Sono le loro voci a raccontare come il master abbia sancito la nascita della propria carriera. Da Expedia al Touring Club, da Hilton alle grandi società di big data del turismo internazionale. Ecco qui le loro storie. Alla community si affianca un network di contatti attivi a livello nazionale e internazionale con le principali aziende ed enti del settore turistico, stimolato dalla sinergia tra le attività di ricerca, consulenza e formazione. Il riconoscimento degli “addetti ai lavori” è confermato dall’elevato coinvolgimento degli operatori nella docenza (40%) e nelle diverse attività d’aula – simulazioni, live projects, ecc – ma soprattutto dal placement degli allievi: il 98% a un anno dal diploma ha un contratto di lavoro. Dell’87% a tre mesi dal Master. Il corso ha durata annuale, full-time, da novembre 2017 a ottobre 2018 al termine del quale vengono conferiti il Diploma di Master universitario e 60 crediti formativi.

I sette mesi d’aula sono infatti completati dallo stage della durata minima di tre mesi. 

Durante le ultime edizioni hanno collaborato con il Master, fra gli altri:  Aeroporto di Bruxelles, AIGO, Gruppo Alajmo, Alpitour, Autorità portuale Salerno, Belmond Hotels, Best Western, B&B Hotels, Booking.com, Costa Crociere, Expedia Italia, Firenze Convention Bureau, Hilton Hotels and Resorts, Hotelfusion, Meliá International, NH Hotels, Royal Caribbean, Silversea Cruises, Slow Food, Starwood Hotels & Resorts, Terme di Sirmione, Trentino Spa, Trydoo.comTuifly.com,  Turismo FVG, Valtur,…

Il 60% degli allievi 2013/14 ha proseguito la collaborazione con l’azienda in cui ha svolto il tirocinio. Anche per l’edizione 2017/18 il Master gode di 7 borse di studio INPS a copertura totale per figli di dipendenti della PA.

Le lezioni inizieranno a novembre 2017. La domanda di ammissione va presentata entro il 25/09/2017.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

25 anni per il Master che forma i manager del turismo laziali

RomaToday è in caricamento