Economia

Gli infermieri protestano sotto la regione Lazio

Oggi è andata in scena la manifestazione del Movimento Permanente degli Infermieri e l'incontro con la Regione Lazio riguardo le assunzioni a tempo indeterminato. Ecco l'esito dell'incontro

Mercoledì 12 maggio 2021 il Movimento Permanente Infermieri è sceso in piazza Oderico da Pordenone per la richiesta di assumere a tempo indeterminato tutti gli idonei della graduatoria di concorso dell’Ospedale Sant’Andrea. In appoggio al MPI anche USB Sanità Roma e NurSind Roma il sindacato delle Professioni Infermieristiche. 

Lo scontro fra MPI e la Regione Lazio sul tema delle assunzioni a tempo indeterminato dei vincitori del concorso del Sant'Andrea va avanti da più di un anno. Già un anno fa tramite una lettera indirizzata al Presidente di Regione, Nicola Zingaretti, gli infermieri denunciavano le modalità di reclutamento di infermieri anche all’interno della graduatoria, il precariato ed il ricorso ad avvisi pubblici e cooperative. Nei giorni scorsi MPI attraverso dei post sulla sua pagina Facebook aveva annunciato che avrebbe organizzato una manifestazione sotto il palazzo della Regione per far sentire la proprio voce, contro la Regione che continua ad appaltare a cooperative invece di far valere la graduatoria.

L'incontro con la Regione

Nella giornata odierna è arrivato un incontro-confronto fra le parti per sbloccare la situazione delle graduatorie infermieristiche. Al temrine di una lunga trattativa, tramite un comunicato ufficiale il MPI fa sapere di essere riuscito ad ottenere diversi risultati:

  • Il prosieguo delle cessioni di graduatoria a livello extraregionale, perfezionando le procedure,
  • la garanzia delle stabilizzazioni intrareggionali per coloro che hanno accettato il tempo determinato covid;
  • un nuovo incontro fissato per metà giugno  per i nuovi fabbisogni in modo da permettere opzioni di scelta per le sedi di assegnazione per capire quante unità verranno chiamate fra il 2021 e il 2022;
  •  la possibilità di opzioni per ulteriori sedi ai convocati nelle ultime chiamate;
  •  l’esaurimento della graduatoria entro i 3 anni di validità e che dopo la prima metà del 2022 partiranno nuovi concorsi;
  •  gli infermieri assunti a tempo determinati negli Hub Vaccinali verranno assorbiti dai servizi territoriali ed ospedalieri,
  •  lo stanziamento di fondi specifici e ulteriori assunzioni in attesa della strutturazione dell’Infermieri di comunità. 

Un passo in avanti per MPI che fa sapere che resterà sempre vigile e continuerà a controllare il lavoro della Regione Lazione riguardo le assunzioni a tempo indeterminato degli infermieri. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gli infermieri protestano sotto la regione Lazio

RomaToday è in caricamento