Lo sport e il marketing: le nuove frontiere e il futuro

Roma: una città piena di idee, di persone e di attività. Anche lo sport è ovunque, così come le aziende che operano in questo settore, ma con l’arrivo dei social network, del web in generale e con i continui cambiamenti che si presentano giorno dopo giorno nell’ambito del marketing, come reagiscono questi imprenditori e professionisti?

Alcuni sono in gamba e forse hanno più dimestichezza con i computer e con i dispositivi mobili. Così, vanno avanti, restano al passo con i tempi e l’azienda cresce grazie a un sito web, profili social attivi e valide strategie di web marketing. Per alcuni di questi “imprenditori 2.0”, la vita è molto più facile e, senza fare troppa fatica, riescono comunque ad ottenere importanti risultati grazie alla rete. Per altri, pur se lo spirito giusto e le basi non mancano, serve una spinta professionale in quanto, altrimenti, la concorrenza è tanta e si prende sempre quelle migliori posizioni nei risultati delle ricerche di Google.

Ovviamente, ci sono anche professionisti ed aziende operanti nel del settore sportivo e del fitness che dicono sì ai pesi, alla cyclette, al pallone, alla racchetta e ai kettlebells, ma del mouse e di essere “social” proprio non ne vogliono sapere. Niente sito web, oppure restano con un sito antiquato e difficile da navigare, e aspettano immobili. In quest’epoca attuale, purtroppo, se non facciamo quel passo in più per abbracciare la digitalizzazione e camminare al passo con il progresso, restiamo indietro e tutti gli altri ci passano avanti, fino a farci diventare un puntino lontano che non vedono neanche i clienti più interessati.

Il web marketing sportivo nell’epoca attuale

Oggigiorno serve un bel logo e un bel sito, immagini che colpiscano, profili social e tante interazioni, e-mail e articoli informativi, blog e video. Bisogna interagire con il cliente e il potenziale cliente non solo faccia a faccia, ma (anche e soprattutto) grazie alla rete.

Se un’azienda o un professionista desidera crescere invece che diventare sempre più piccola in un mondo di giganti del web e dei social, deve essere presente online e deve farlo bene, deve farsi notare, trovare e ricordare. Per farlo, ci vuole certamente un grande spirito d’iniziativa, personalità, voglia di imparare e la capacità di mettere la passione per il proprio mestiere anche nelle attività di marketing.

Infatti, le persone, che al giorno d’oggi usano il web come una risorsa per trovare informazioni e prodotti, cercano questo: una differenza. Anche nel settore dello sport, così come in quello del fitness, tutte queste cose contano e il web marketing diventa anche web marketing sportivo, rivelandoci un insieme di tecniche che ci permettono di salire a bordo del progresso e di diventare parte attiva del mondo virtuale di oggi, che si fonde ormai con quello reale in modo quasi impercettibile persino quando si tratta di promozione, facendo diventare quasi obsolete tutte quelle forme pubblicitarie quasi aggressive e petulanti alla quale siamo abituati da tempo. Il web ci offre metodi diversi, che piacciono alle persone e, in gergo, molto user-friendly!

web marketing sportivo-2

Per ogni passo avanti, serve la spinta giusta

Quando lo spirito d’iniziativa non basta, la personalità non si riesce a mostrarla al meglio, la voglia di imparare c’è ma abbiamo troppe cose da fare o il web non fa proprio per noi, quando la capacità di mettere la passione per il proprio mestiere anche nelle attività di marketing ha bisogno di una spinta, naturalmente ci affidiamo ai professionisti.

Ad oggi ci sono numerose web agency e ne nascono sempre di più proprio per rispondere alle esigenze di tutte queste persone che vogliono crescere più velocemente facendosi aiutare da internet. Tuttavia, poche sono specializzate per il settore sportivo, che ha un gran bisogno di supporto in quanto, anche sul web stesso, non si trovano molte guide e tutorial che aiutano a mettere in atto valide strategie di marketing adatte proprio al mondo dello sport e/o del fitness. A Roma abbiamo però Good Working, una web agency che si presenta in tutta Italia come un valido punto di riferimento, soprattutto per il mondo dello sport. La loro esperienza ci mostra che lavorare nel settore sportivo e saper trasformare le consuete tecniche di marketing in qualcosa di valido da implementare in questo campo, al fine di aiutare le aziende ad essere presenti online, a farsi notare, trovare e ricordare, non è facile, ma evidentemente non è neanche impossibile e bisognerebbe sempre affidarsi a un team che, come questo, ha le carte in regola per farcela.

Il procedimento e i risultati

Tanti professionisti lavorano ogni giorno in sincronia con i clienti e con il progresso del web, studiano i target di riferimento e il loro comportamento sul web. Capiscono quali sono i passi da fare, progettano e portano ogni azienda dal pubblico al podio, ma soprattutto ci spiegano come tirare fuori e ad usare quella personalità e quella tocco di distinzione che rende ogni azienda diversa dalle altre. Il segreto di oggi è quello: se sul web non fai la differenza e non ti mostri differente dalla concorrenza, i risultati tardano ad arrivare o non arrivano.

Gli utenti puntano sulle recensioni e le opinioni degli altri utenti. Quindi, come ci spiega la squadra di Good Working, anche ogni azienda operante nel settore sportivo e del fitness dovrebbe crearsi una solida identità, di quelle che rimangono impresse anche se le guardi attraverso lo schermo di un computer o di uno smartphone; una buona reputazione che scateni passaparola e condivisioni, e fornire un aiuto di valore per gli utenti (e per il motore di ricerca che capisce che ha a che fare con una realtà aziendale autorevole e che sa il fatto suo) che potrebbero essere articoli, video, guide e molto altro.

Tante parole e acronimi difficili insomma, SEO, SEM, PHP, HTML… Ma quello che conta e che accomuna ognuna di esse tra loro è l’azienda stessa. Dobbiamo imparare a diventare protagonisti di ogni strategia di marketing e, anche se non è semplice, fortunatamente ci sono team di professionisti, come la web agency di Roma che vi abbiamo nominato, che sanno spiegarci come fare e permetterci di arrivare dove non possiamo arrivare da soli, in particolare nel settore dello sport che pare spesso dimenticato dai professionisti che si occupano di web marketing.

Farsi notare, trovare sul web e farsi ricordare da clienti e potenziali clienti è possibile, ma in rete la crescita è più forte e non è per niente come nella “vita reale”: online, l’evoluzione fatta di cambiamenti è molto più rapida di quella che accade nel mondo che possiamo toccare con mano, e le notizie, così come le persone, le cose, i professionisti e le aziende, corrono alla velocità della luce. Per conoscerle, leggerle e condividerle, basta semplicemente un click.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

web marketing sportivo share-3

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Paura a Gregorio VII, a fuoco un autobus: esplosioni e colonna di fumo nero sulla zona

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • Coprifuoco a Roma e nel Lazio, ecco l'ordinanza: autocertificazione per spostamenti da mezzanotte alle 5

  • Coronavirus, Lazio verso il coprifuoco e didattica a distanza parziale per le superiori. In arrivo un'ordinanza con i provvedimenti

  • Coronavirus, a Roma 462 casi: sono 939 in totale nella regione. C'è un nuovo focolaio nel Lazio

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento