menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Licenziamenti Carrefour Romanina: venerdì incontro in Regione

Vittorio Pezzotti, segretario Filcams Cgil: “Dalla Regione ci aspettiamo una proposta che punti a rivedere i licenziamenti. A nostro avviso ci sono le condizioni per il ricollocamento negli altri magazzini romani”

Si apre uno spiraglio per i 116 dipendenti licenziati da Carrefour al centro commerciale La Romanina. Dopo le proteste dei giorni scorsi, che hanno coinvolto un po' tutti i punti vendita del gruppo nel territorio romano, la Regione Lazio ha accolto l'appello dei sindacati, convocando per venerdì 30 gennaio alle ore 11 un tavolo unico formato dai sindacati stessi, dall'azienda e dalla Regione, rappresentata dall'assessore regionale al Lavoro Alessandra Tibaldi.

“Avremmo voluto che fossero coinvolti anche Comune e Provincia” spiega Vittorio Pezzotti della Filcams Cgil. “Questo perché temiamo che quanto fatto da Carrefour, sia solo l'inizio. La crisi infatti potrebbe indurre molte aziende del commercio ad attuare licenziamenti come già fatto da Carrefour e da altri in passato”.
Ci sono le condizioni per ricollocare i licenziati negli altri 4 punti vendita di Roma
La paura dei sindacati è che la crisi e la contrazione dei consumi sia solo una scusa per far ricorso al precariato e a figure anche meno protette contrattualmente.

“La situazione de La Romanina è in questo senso emblematica”, continua Pezzotti. “Qui già in passato fu diminuito il numero dei lavoratori. I licenziamenti di oggi ci sembrano più finalizzati all'immissione di nuovi precari, piuttosto che da esigenze dettate dalla crisi. Ci pare che ci siano le condizioni per ricollocare i dipendenti negli altri quattro grandi punti vendita su Roma”.

Il tavolo di venerdì sarà accompagnato da un presidio esterno alla Regione che vedrà affiancarsi ai dipendenti licenziati, anche quelli degli altri punti vendita del gruppo (marchio Gs, Carrefour, DìxDì). In questi giorni infatti molti sono stati gli scioperi improvvisi partiti in molti supermercati romani, accompagnati da un volantinaggio per spiegare ai clienti cosa stesse accadendo.

Cosa accadrà venerdì? Pezzotti spera che al tavolo “la Regione ribadisca la proposta fatta prima che l'accordo saltasse e che Carrefour procedesse alla lettere di licenziamento. Una proposta che punti alla revisione dei licenziamenti e alla ricollocazione dei dipendenti in altri punti vendita del gruppo”.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento