Domenica, 13 Giugno 2021
Economia

Su Italo arrivano i filtri Hepa: ricambio dell'aria ogni tre minuti

Italo ha investito 50 milioni di euro per i filtri Hepa. Questo metodo di filtraggio permetterà un cambio d'aria più rapido e riempie i treni oltre il 50%

Italo introduce sui propri treni i filtri Hepa(High Efficiency Particulate Air Filter). Italo è il primo operatore ferroviario a dotarsi di questi sistemi di filtraggio dell’aria e per farlo ha investito ben 50 milioni di euro. I filtri permetteranno il riempimento dei treni oltre il 50% e ricambio d'aria ogni tre minuti. “Un ulteriore passo in avanti, verso una pronta ed auspicata ripartenza” commenta Gianbattista La Rocca, AD di Italo

I vantaggi dei filtri Hepa

I filtri Hepa garantiscono un ricambio continuo e completo dell’aria in carrozza: l’aria filtrata viene integrata con quella prelevata dall’esterno dando vita ad un flusso completamente rigenerato ogni 3 minuti. Inoltre i flussi d’aria verticali impediscono la dispersione di qualsiasi particella; il tutto in un ambiente sicuramente più ampio di quello degli aerei, il 20% in più di distanza fra i sedili e fino al doppio del volume d’aria disponibile per singolo passeggero. In questo modo è quindi possibile rispondere al meglio alla domanda di trasporto, aumentando gradualmente il tasso di riempimento dei treni e garantendo sempre la massima sicurezza di passeggeri e lavoratori.

Questi sistemi di filtrazione apportano dei benefici in termini di riduzione della presenza di particolato e di aerosol grazie alla loro composizione di fogli in microfibra multi-strato che rappresentano una barriera ad altissima efficacia contro ogni agente, non solo contro il virus SARS-CoV-2.  L’introduzione dei filtri Hepa è stato frutto di un lavoro di collaborazione fra Italo e esperti del settore ferroviario e sanitario come il Politecnico di Milano e l’IRCCS Ospedale San Raffaele, con obiettivo di trovare soluzioni più innovative volte a favorire il miglioramento del ricambio d’aria a bordo treno. 

Viaggiare in sicurezza

I filtri Hepa sono soltanto l’ultimo accorgimento preso da Italo in contrasto alla pandemia. La sanificazione costante di tutte le superfici (prima, durante e dopo il viaggio) alla presenza di dispenser di gel disinfettante in ogni carrozza, dai biglietti nominativi alla salita e discesa dei passeggeri regolate tramite apposite porte, sono solo alcune delle principali accortezze della compagnia ferroviaria per garantire viaggi in sicurezza ai passeggeri e ai suoi dipendenti. 

Le novità di Italo non sono ancora terminate. Infatti dal 27 maggio la compagnia porterà a 76 i collegamenti giornalieri, il doppio rispetto ad inizio mese, ed inserirà nuove fermate nel proprio network. Fra il 27 maggio ed il 13 giugno entreranno a far parte della rete Italo le città di: Maratea, Bari, Foggia, Barletta, Trani, Bisceglie, Molfetta, Benevento, Caserta, Trieste, Monfalcone, Latisana e Portogruaro. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Su Italo arrivano i filtri Hepa: ricambio dell'aria ogni tre minuti

RomaToday è in caricamento