rotate-mobile
Martedì, 25 Gennaio 2022
Economia Garbatella / Viale Cardinale Guglielmo Massaia, 31

Cna presenta "Impresa facile": 4500 euro per l'avvio della propria impresa

Presentata l'iniziativa di Cna di Roma che prevede un contributo economico fin a 4.500 euro per l'avvio e la creazione della propria impresa

E' stato presentato oggi, 29 gennaio, alla Casa delle Imprese il progetto Cna di Roma "Impresa facile: partire non è mai stato così facile" che prevede un contributo fino a 4.500 euro per l'avvio e la creazione della propria impresa. Alla conferenza stampa sono intervenuti Erino Colombi, Riccardo Pioli e Lorenzo Tagliavanti rispettivamente presidente, responsabile e direttore Cna di Roma.

IL PROGETTO - Ex lavoratore, 35 anni, romano: è questo l'identikit dello startupper che sceglie la Capitale per avviare la sua impresa. L'obiettivo di 'Impresa facile' sarà quello di agevolare i nuovi imprenditori attraverso un contributo economico di 4.5000 euro grazie al Bando della Camera di Commercio di Roma (2.500 euro) che permette di abbattere le spese una tantum di apertura attività e a un bonus (2.000 euro) offerto da Cna da spendere in servizi nei primi sei mesi di attività. Un supporto importante se si considera che l'investimento medio iniziale si aggira intorno ai 25mila euro.

I DATI - A dispetto di quanto si possa immaginare i dati sulle nuove imprese nate nello scorso anno mostrano come il mercato imprenditoriale sia in realtà in forte crescita. Attenzione però. I numeri non si riferiscono all'economia "tradizionale" ma ad un nuovo mercato in cui "la gente non cerca il lavoro ma lo inventa" come spiega il direttore Cna Lorenzo Tagliavanti.

Nell'esercito dei 14mila nuovi imprenditori, infatti, il 14% ha scelto il settore alimentare, seguono le costruzioni al 9,7% e la comunicazione al 7%. Molti di loro sono disoccupati che scelgono di "reinvantarsi", come dimostrato dall'alta percentuale che ha scelto il settore dell'edilizia, uno dei settori più colpiti dalla crisi. Più di un terzo sono 35enni, in prevalenza uomini (sette du dieci) anche se cresce di anno in anno il numero delle donne che decide di mettersi in proprio. Oltre 4mila stranieri e tanti romani (circa 8mila).

UN NUOVO MERCATO - Ancora una volta le grandi città hanno la meglio. Secondo quanto riportato dalla Cna, infatti, le aree metropolitane offrono maggiori opportunità lavorative rispetto alle province. Ma la vera novità riguarda il nuovo mercato capitolino. A differenza del passato, infatti, il primato delle aree imprenditoriali più vitali spetta a Roma Nord (in cui si contano più di 3.300 nuove imprese) a cui segue Cinecittà (2.700). In netto calo l'area Est, come Tiburtina e Casilina (821) e la provincia a nord della Capitale (357).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cna presenta "Impresa facile": 4500 euro per l'avvio della propria impresa

RomaToday è in caricamento