Sabato, 12 Giugno 2021
Economia

Il ruolo e la figura del sessuologo, di Giacomo del Monte

Una figura professionale che negli ultimi tempi ha visto aumentare la sua domanda è il ruolo del Sessuologo. Sempre più persone nel momento in cui si rendono conto di avere una disfunzione sessuale decidono di rivolgersi ad un professionista del campo e questo si evidenzia anche dai trend di ricerca online: basta andare su Google e cercare per esempio "sessuologo roma", per avere un'idea del numero di siti e discussioni su tale tema.

Quando menzioniamo la figura professionale del Sessuologo, soprattutto in Italia, dobbiamo evidenziare sempre che non esiste un albo dei Sessuologi. Spesso, sia il Medico specializzato in Ginecologia o in Andrologia sia lo Psicologo con un corso quadriennale in sessuologia clinica si definiscono Sessuologi...ma come detto, tale figura ha più un riconoscimento"popolare" che un riconoscimento ufficiale.

In particolare, se ci riferiamo alla sfera psichica può essere utile, per avere maggiori competenze, che uno Psicologo con un corso in Sessuologia Clinica si specializzi anche in Psicoterapia ( specializzazione riconosciuta ufficialmente). Ciò permette di avere una figura con competenze diverse.

Un altro chiarimento che va fatto è la distinzione tra Sessuologo/Ginecologo/Andrologo e il Sessuologo/Psicologo/Psicoterapeuta. Generalmente il primo si occupa maggiormente di problematiche di ordine organico mentre il secondo si occupa di problematiche di ordine psicologico/relazionale.

Inoltre, nella scelta del professionista che può aiutarci, può essere molto utile sapere se abbiamo di fronte un Sessuologo o un Consulente Sessuale.

Generalmente quando ci riferiamo al primo caso ( Sessuologo) sicuramente abbiamo di fronte un professionista che ha fatto 2 o 4 (meglio) anni di corso in Sessuologia Clinica ma ha anche conseguito una specializzazione come Psicoterapeuta.

Nel secondo caso ( Consulente Sessuale) generalmente ci troviamo di fronte uno psicologo con almeno un corso annuale o biennale in Sessuologia clinica.

Quando ci si trova di fronta ad una eiaculazione precoce o ritardata o ad una perdita o mancanza d'erezione o perdita del desiderio ( problematiche con una più alta percentuale) per quanto riguarda gli uomini o un vaginismo, dispareunia o mancanza di desiderio ( problematiche con una più alta percentuale) per quanto riguarda le donne, il primo passa da fare è quello di valutare se la problematica ha un origine organica. Solo dopo aver escluso la causa organica si può cominciare a pensare ad una difficoltà di origine psichica/relazionale.

In questi casi si può richiedere al professionista di essere aiutati nella soluzione del problema.

Infatti il Sessuologo/Psicologo/Psicoterapeuta dopo aver escluso la causa organica può incominciare il suo lavoro. Generalmente in una psicoterapia sessuologica può esere utile un "lavoro di coppia". Spesso la partner è disponibile ma quando non lo è può essere utile fare anche un lavoro individuale dove si cerca di individuare le cause che hanno creato il problema e quelle che lo mantengono.

Infine un consiglio che mi sento di dare ai lettori di questo articolo è quello di non aspettare troppo quando si presenta un problema di disfunzione sessuale. Il tempo spessissimo rema contro.

Dott Giacomo Del Monte

Psicologo/Psicoterapeuta/Sessuologo

Via Faleria 8
00183, Roma

(+39) 339 389 4554

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il ruolo e la figura del sessuologo, di Giacomo del Monte

RomaToday è in caricamento