"Il Natale? Quest'anno a Roma non esiste"

L'accusa del Presidente del Consorzio Vinattieri Romani Claudio Arcioni: "Colpa delle istituzioni e delle associazioni di categoria"

A Roma non è arrivato il Natale. Né per i cittadini, né per i turisti, tanto meno per i commercianti. E' questa l'accusa che arriva da Claudio Arcioni, Presidente del CoViRo - Consorzio Vinattieri Romani, e promotore di "Arte vini e delizie", manifestazione in arrivo il 5 dicembre a Palazzo Brancaccio, volta a valorizzare quelle attività che un tempo facevano da sfondo alle passeggiate natalizie dei romani, e che oggi soccombono all'avvento dei grandi centri commerciali.

"Vogliamo lanciare un messaggio ad una Roma in cui, quest'anno, il Natale non esiste" spiega Arcioni "Mancano le luminarie e le iniziative volte ad attirare il turismo e i cittadini. I negozi tradizionali, poi, sono un po' fermi: in questa situazione, infatti, il commercio dedicato ai prodotti italiani di qualità soffre". A poco più di due settimane dal 25 dicembre, mentre le mega strutture commerciali si attrezzano con appositi calendari di eventi per accogliere i clienti, il centro storico, invece, non sembra ancora pronto alle Feste. "Se i centri commerciali garantiscono servizi e parcheggi per attrarre al commercio all'ingrosso anche i consumatori più giovani, il commercio tradizionale, che vive in strada, risente di quelle vie di Roma sporche e dove parcheggiare è un'impresa". 

Una lacuna che, secondo il Presidente dell'associazione che da oltre trent'anni unisce venti enoteche romane, ed erede di una famiglia che da sessant'anni valorizza le risorse gastronomiche locali, nasce dalla mancanza di una strategia comune tra istituzioni e associazioni di categoria dei commercianti, che, insieme, dovrebbero valutare le risorse economiche disponibili a sbloccare le risorse. "In città manca un progetto organico di qualità, funzionale a un vero e proprio Natale romano, attraverso cui bisognerebbe valorizzare i luoghi, dal centro alla periferia, per incentivare la gente alla partecipazione, in un crocevia tra attività di commercio e cultura." 

Il mancato "Natale di Roma" di cui parla Arcioni è un film che vede in campo più attori. "L'amministrazione Raggi è, di fatto, al momento, come le precedenti. E' comunque una giunta molto giovane e con cui stiamo avendo ora i primi contatti. Al momento, il loro, è un problema di bilancio." Adriano Meloni, primo assessore ad avere, a Roma, sia la delega a turismo che quella alle attività commerciali "sembra intenzionato a raccogliere istanze come le nostre". Nelle parole del Presidente, però, c'è spazio soprattutto ad un'autocritica alle Associazioni di Categoria dei commercianti romani: "Negli anni si sono susseguiti presidenti che hanno pensato più alle cariche da ottenere che ai progetti da costruire insieme", precisa.

Il confronto, inevitabile, è con le altre realtà italiane ed emblematico, in tal senso, è il caso di Piazza Navona. "Si dovrebbe creare una struttura del comune in cui tutte le attività che occupano la piazza pagano un affitto impegnandosi a garantire un percorso di qualità, così come avviene nel tradizionale mercatino natalizio di Merano. Il 50 per cento dei prodotti esposti dovrebbe essere di produzione italiana, mentre oggi, invece, si espongono articoli spesso destinati ai bambini pieni di coloranti, gelatine animali, e di pessimo consumo..."

"Arte vini e delizie", prevista per lunedì prossimo, che non gode di  finanziamenti da parte di Confcommercio ma si regge unicamente sul sostegno degli operatori partecipanti, è ad ingresso gratuito per i cittadini. "Sarà un invito a ragionare insieme. E' l'inizio di un progetto che vede la collaborazione dell'Associazione Aeper di Claudio Pica (Associazione Esercenti Pubblici Esercizi di Roma) e di Confesercenti, destinato a creare un discorso di rilancio dell'immagine dei negozi tradizionali. L'obiettivo è quello di fare sistema, senza meschini interessi, senza cercare dei fondi che poi, senza una vera progettualità, non servono a nulla."

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Lazio zona arancione? Oggi la decisione

  • Coronavirus, nel Lazio chiusi negozi e supermercati alle 21: la nuova ordinanza della Regione

  • Centro commerciale Maximo di Roma: ecco quali sono i negozi presenti all'interno

  • Coronavirus Roma, Matteo si fa ricoverare insieme allo zio down positivo al Covid: "Non potevo lasciarlo solo"

  • Sciopero trasporti mercoledì 25 novembre: a rischio metro, bus, treni e pullman Cotral

  • Coronavirus, a Roma 1305 nuovi casi. Nel Lazio 80 morti nelle ultime 24 ore. I dati del 18 novembre

Torna su
RomaToday è in caricamento