rotate-mobile
Lavoro / Castel Romano / Via di Castel Romano

La donna malata e con un figlio piccolo licenziata dalla prestigiosa casa di moda

Troppi giorni di malattia, dopo il superamento del periodo di comporto è arrivata la lettera di licenziamento. Il sindacato: “Ferita per intera società”  

Licenziata dopo nove anni di servizio perchè a causa di una malattia ha superato i giorni di ‘comporto’, ovvero il periodo di tempo che da contratto nazionale spetta al lavoratore in caso di malattia. E’ quanto accaduto ad una donna di nazionalità ucraina e con un figlio piccolo dipendente di Hugo Boss, tra le lavoratrici del punto vendita di Castel Romano. 

Donna malata licenziata da Hugo Boss

Protesta il sindacato. “Questa lavoratrice, che per nove anni ha contribuito al raggiungimento degli importanti fatturati aziendali, a causa della sua patologia non è riuscita ad avere contezza dei giorni già effettuati di malattia, venendo a conoscenza  del licenziamento solo dopo l’arrivo della raccomandata da parte dell’azienda. Zero umanità,  zero comprensione e a oggi non abbiamo avuto ancora riscontro di un’apertura dell’azienda sulla prospettiva di concedere un’aspettativa, viste anche le impossibilità  della lavoratrice. Si tratta - tuona il segretario territoriale della Fisascat-Cisl di Roma Capitale e Rieti, Giulia Falcucci - di un comportamento umanamente e sindacalmente inaccettabile, che abbiamo fatto presente ai dirigenti dell’azienda, ottenendo in cambio soltanto silenzio. È vero che la lavoratrice non ha  invalidità civile e non usufruisce della legge 104, ma è comunque affetta da una patologia grave”. La speranza è che la dirigenza del marchio in questione, tra le case di moda europee più prestigiose, “riscopra rapidamente la responsabilità sociale di impresa, peraltro in un momento in cui l'occupazione femminile è un tema centrale nell'agenda della Cisl”.

Il sindacato: “Licenziamento ferita per intera società

“E’ incomprensibile - conclude Falcucci - che una persona in gravi difficoltà di salute si debba trovare ad affrontare anche la prospettiva del licenziamento. Per parte nostra, faremo tutto ciò che è in nostro potere per starle accanto e per ribadire che un licenziamento di questo tipo è una ferita per l’intera società”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La donna malata e con un figlio piccolo licenziata dalla prestigiosa casa di moda

RomaToday è in caricamento