rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Economia

Sull'Aurelia l'hotel a 6 stelle gestito da ragazzi down

Lavoro, disabilità e la voglia di essere come gli altri. "Hotel 6 stelle" racconta la prima esperienza lavorativa di 6 ragazzi con la sindrome di Down alle prese con uno stage formativo in un grande hotel di Roma

Hotel 6 stelle: ragazzi down lavorano in hotel fiction Rai3Sei ragazzi down, un grande hotel della Capitale, il Melia Roma Aurelia Antica e un mestiere da imparare con tutte le difficoltà del caso, ma anche tante emozioni. Una bella storia di integrazione e di amicizia quella proposta da "Hotel 6 stelle", la docu-fiction di Claudio Canepari prodotta da Rai 3 e Magnolia, in collaborazione con l'Associazione Italiana Persone Down (AIPD).

Sei puntate in onda su Rai 3, in seconda serata, a partire da lunedì 17 febbraio, racconteranno la prima esperienza lavorativa di Benedetta, Edoardo, Emanuele, Livia, Nicolas e Martina, tutti tra i 19 e i 31 anni, che per sei settimane hanno fatto uno stage in un hotel di Roma. I ragazzi hanno collaborato con il personale dell'albergo (ognuno di loro era affiancato da un tutor) nello svolgimento delle attività quotidiane: Nicolas alla reception, Martina cameriera ai piani, Benedetta e Livia cameriera di sala, Emanuele in cucina come aiuto cuoco ed Edoardo alla manutenzione.

Durante il tirocinio formativo anche lezioni di inglese e visite inaspettate che regaleranno ai ragazzi piacevoli emozioni e al pubblico tanti sorrisi.

Un lungo percorso fatto di sacrifici, difficoltà, momenti di sconforto, ma la voglia di farcela e soprattutto il sogno della "normalità" aiuterà i ragazzi a non mollare e farà nascere stupende, quanto inaspettate, amicizie non solo tra loro ma anche con i tutor e gli altri dipendenti dell'hotel.

Il programma, ispirato alla trasmissione svedese "Service with a smile" e realizzato anche in Spagna, punta i riflettori sull'integrazione e sull'inserimento delle persone con disabilità nel mondo del lavoro. Un tema molto delicato ma affrontato con ottimismo e speranza da "Hotel 6 stelle". La possibilità di lavorare è ciò che più desiderano i protagonisti: "Voglio fare un corteo con tutti i ragazzi down - ha detto in conferenza stampa Martina, la più grande dei ragazzi e loro portavoce - Dobbiamo alzare anche noi la voce e chiedere un lavoro".

Entusiasta del progetto il direttore di Rai3, Andrea Vianello: "Abbiamo provato a fare il vero 'servizio pubblico', spostando l'attenzione su integrazione, lavoro e disabilità. Assistiamo all'integrazione lavorativa di questi sei ragazzi che, oltre ad avere un cromosoma in più, hanno anche una marcia in più. 'Hotel 6 stelle' è un'esperienza vera, non è nè una fiction, nè tantomeno un reality, possiamo definirla una docu-experience. Proprio così. E' la prima docu-experience della televisione italiana".

TUTTE LE FOTO


 

Potrebbe interessarti: http://www.today.it/media/hotel-6-stelle-rai-3-down-lavoro.html
Seguici su Facebook: http://www.facebook.com/pages/Todayit/335145169857930

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sull'Aurelia l'hotel a 6 stelle gestito da ragazzi down

RomaToday è in caricamento