Economia

Ad un anno dal lancio del servizio di consegne a domicilio McDelivery, raggiunge i 200.000 ordini a Roma

Un’indagine Nielsen rivela come ormai 1 romano su 4 ricorra abitualmente alla food delivery almeno una volta alla settimana

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RomaToday

Lanciato a Roma a luglio 2017, a poco più di un anno dall’arrivo, McDonald’s celebra McDelivery, il servizio di food delivery che è pronto a tagliare il traguardo dei 200.000 ordini. Ordinare e richiedere a casa il pranzo, la cena oppure un semplice spuntino, è un fenomeno in continua crescita che conferma le potenzialità del settore della food delivery. Lo stile di vita sta cambiando e di conseguenza le abitudini di consumo, a partire dal modo di relazionarsi con il cibo. In Italia*, solo nel 2017, sono stati 4,1 milioni gli italiani che si sono affidati ad app per ordinare cibo e riceverlo a domicilio, un mercato che già lo scorso anno ammontava a 201 milioni di euro**.

Come emerge dalla ricerca condotta da Nielsen per fotografare il rapporto tra italiani e food delivery, nel Bel Paese ci si domanda sempre più spesso ‘cosa ordinare e farsi consegnare’ invece di ‘cosa cucinare’. A Roma, il 39% delle persone dichiarano di ricorrere alla delivery almeno una volta alla settimana. I romani non improvvisano ma scelgono l’ordine via app per trascorrere una serata tra amici (45%), per una cena in famiglia (40%) o per seguire una partita in tv (34%). Ancora poco gettonata la delivery durante la pausa pranzo (7%). All’unanimità (84%) si preferisce ordinare al tramonto.

Il momento preferito rimane infatti quello serale, tra le 19:00 e le 22:00, preferibilmente il venerdì (52%) e il sabato (63%) mentre il lunedì (11%) si conferma, per tutti i romani, il Blue Monday anche per gli ordini via app. Nella capitale, la consegna dei sogni dovrebbe essere quella effettuata dal pupone Francesco Totti (45%) o da Belen (23%), dove? A Villa Borghese per un picnic in pieno centro (48%), al Gianicolo per gustarmi il panorama (46%) o sul raccordo anulare mentre sono imbottigliato nel traffico (21%). In cima alla classifica dei panini ‘firmati’ McDonald’s, quasi 1 romano su 2 (47%) vorrebbe farsi consegnare il Big Mac che si conferma re indiscusso degli ordini McDelivery. Il 54% dei romani vorrebbe farselo recapitare con un drone direttamente alla finestra di casa, il 31% col teletrasporto per vederselo ‘materializzato’ direttamente nei piatti, il 25% con l’auto senza conducente mentre si gira per la città e il 16% con un fattorino-robot che faccia anche da cameriere.

A Roma il servizio di McDelivery è realizzato in collaborazione con Deliveroo, GLOVO e Uber Eats e copre 31 ristoranti, dove ha fatto registrare solo nel corso del 2018, oltre 150.000 ordini. McDonald’s celebrerà il servizio di delivery il 13/09 In occasione del McDelivery Day, chi usufruirà del servizio di McDelivery, riceverà in regalo alcuni pezzi esclusivi della McDelivery Collection ispirata agli anni ‘90. Il 13 settembre, chi effettuerà un ordine tramite app (Deliveroo, Glovo o UberEats a seconda delle città in cui il servizio è attivo) si vedrà recapitare alcune soprese speciali. A seconda del valore dell’ordine inserito, insieme al proprio menù, verrà infatti consegnata una maglietta, o divertenti calzettoni di spugna bianchi o colorati pop-sockets per potersi fare selfie e condividere la giornata dedicata al #McDelivery con i propri amici. Per maggiori informazioni cliccare qui https://www.mcdonalds.it/mcdelivery.

** FONTE: analisi Coldiretti/Censis sulla ristorazione digitale nel 2017 **FONTE: 2017, Osservatorio eCommerce b2c del Politecnico di Milano

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ad un anno dal lancio del servizio di consegne a domicilio McDelivery, raggiunge i 200.000 ordini a Roma

RomaToday è in caricamento