Salute, Direttore IDO: la depressione esiste anche tra bambini e ragazzi

Intervista dell'Agenzia Dire a Federico Bianchi di Castelbianco, direttore dell'Istituto di Ortofonologia

La depressione tra i giovani è molto più diffusa di quello che si possa immaginare, ma è mascherata da due fattori. Quali sono?

"Il primo è che inizialmente non crediamo mai che i bambini possano essere depressi, perchè questo ci colpisce molto; il secondo è che le manifestazioni dei bambini vengono indicate come un problema, senza andare a cercare la causa reale che invece può essere sottostante. Quindi si hanno tanti bambini diagnosticati per esempio come Adhd ('sindrome da deficit di attenzione e iperattività'), quando invece la loro difficoltà di base è proprio la depressione". Così Federico Bianchi di Castelbianco, direttore dell'Istituto di Ortofonologia di Roma, a margine del convegno nazionale 'Depressione. Male oscuro della nostra società: dai bisogni alla pratica clinica', che si è svolto ieri presso l'Auditorium del Ministero della Salute.

Bullismo, alcol, problemi alimentari, cutting... sono tutti ricollegabili alla depressione giovanile?

"Sicuramente fenomeni come il 'cutting'- risponde Bianchi di Castelbianco- che è la nuova frontiera dell'autolesionismo giovanile, nascondono uno sfondo depressivo molto rilevante. I ragazzi si tagliano perchè il dolore gli dà una sensazione di vita, ma ovviamente stiamo parlando di altro.La depressione dei ragazzi-prosegue-acquista valore e criticità nel tempo, così il fatto di non potersene accorgere prima è una complicazione molto grave".

Secondo il direttore dell'Ido un altro problema è la solitudine dei bambini, "che porta ad aggressività e violenza: per questo-spiega-anche se la società e il lavoro impongono le distanze, i genitori dovrebbero rimediare non con farmaci, ma con una maggiore vicinanza ai figli". Maggiore vicinanza ma anche maggiore cultura psichiatrica: "Bisogna capire cosa c'è realmente dietro i comportamenti e non spaventarsi se si usa la parola depressione-aggiunge-Semplicemente, insomma, bisogna tener conto di una situazione. Non esistono solo interventi farmacologici, ma anche interventi di tipo psicoterapico".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colonna di fumo invade il Raccordo Anulare, chiuso in entrambe le direzioni

  • Elezioni comunali 2021: Federico Lobuono si candida a sindaco di Roma

  • Sciopero Roma: oggi metro, bus e tram a rischio per 24 ore. Gli orari

  • Coronavirus, a Roma 135 nuovi casi: sono 195 in totale nel Lazio. I dati Asl del 23 settembre

  • Coronavirus Roma, presidente dell'ordine dei medici: "Nel Lazio situazione preoccupante"

  • Albero crolla su auto, il padre della ragazza nella vettura: "Criminali, oggi potevo essere al funerale di mia figlia"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento