Mercoledì, 4 Agosto 2021
Economia

Piano Freddo: oltre 60 mila posti letto e 10 mila interventi

Dal Campidoglio arrivano le cifre del Piano freddo 2009/10. L'assessore Belviso rende noto che "rispetto allo scorso anno abbiamo aumentato del 65 per cento il numero dei posti a disposizione ogni notte".

Oltre 60mila posti letto offerti e utilizzati, circa 10mila interventi effettuati dalla Sala Operativa Sociale comunale e 110mila pasti consumati nelle 11 strutture messe a disposizione dal Comune di Roma per l'accoglienza ai senza tetto dal 1°dicembre 2009 al 31 marzo 2010. Questi i numeri del Piano Freddo 2009-2010, il progetto realizzato dall'assessorato capitolino alle Politiche sociali,  in collaborazione con le 5 Asl capitoline, l'Istituto Nazionale per le Malattie Infettive Lazzaro Spallanzani-Irccs, l'Ospedale israelitico, l'Istituto Nazionale per la Promozione della Salute delle Popolazioni Migranti e il contrasto delle Malattie della Povertà, la Croce Rossa Italiana, la Sala Operativa Sociale del Comune di Roma, le associazioni laiche e di ispirazione cattolica e le parrocchie romane.

Dal primo dicembre 2009, le 11 strutture hanno offerto ogni notte circa 600 posti letto ad altrettanti senza fissa dimora per lo più uomini italiani, romeni, afgani, polacchi e ucraini, la maggior parte delle quali vi ha sostato per lungo periodo. La maggior parte degli ospiti delle strutture ha tra i 31 e i 45 anni; significativa la presenza di giovani dai 18 ai 30 anni, poche le persone tra i 60 e i 75 anni. Quanto alle tipologie di disagio, si è trattato in particolar modo di persone con problemi sanitari, con dipendenza da alcol e patologie psichiatriche. Gli ospiti hanno avuto a disposizione docce, cambio di biancheria e vestiario, triage infermieristico e medico e una rete di assistenza socio sanitaria che si è avvalsa dei servizi garantiti dalle strutture sanitarie delle 5 Asl capitoline e delle aziende autonome ospedaliere, colazione e cena per un totale di 110mila pasti offerti.

Circa
10mila gli interventi su strada effettuati dalla Sala Operativa Sociale comunale durante i quali gli operatori hanno consegnato beni di prima necessità e offerto accoglienza a oltre 2mila persone con disagio inserite in strutture specifiche, non solo interenti il Piano Freddo, in base alle fragilità riscontrate. Ad affiancare il lavoro della Sos comunale, anche due pullman che hanno accompagnato e assistit circa 500 persone offrendo, a chi rifiutava l'accoglienza nei centri del comune di Roma, bevande calde, vestiario e coperte.


"Anche quest'anno - spiega l'assessore alle Politiche sociali, Sveva Belviso - i numeri dimostrano l'importanza di una programmazione che ha visto il Comune di Roma offrire aiuto ed accoglienza ad oltre 1.200 persone senza fissa dimora. Rispetto allo scorso anno, oltre a prevedere un più ampio numero di strutture disseminate sul territorio, abbiamo aumentato del 65% il numero dei posti a disposizione ogni notte. Le persone con fragilità continueranno a essere seguite e monitorate dai nostri servizi sociali".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piano Freddo: oltre 60 mila posti letto e 10 mila interventi

RomaToday è in caricamento