Venerdì, 19 Luglio 2024
Economia

I tassi più bassi aiutano le famiglie: crescono a Roma e nel Lazio le richieste di mutuo. Tutti i dati

Secondo Mutui.it e Facile.it nel primo semestre 2024 c'è stato un incremento del 20% rispetto allo stesso periodo del 2023. Il 30% delle richieste sono surroghe

La riduzione dei tassi d'interesse è una buona notizia per il mercato dei mutui nel Lazio. Nel primo semestre del 2024, la richiesta di finanziamenti per l'acquisto di una casa è aumentata del 20% rispetto allo stesso periodo del 2023.

Crescono le richieste di mutuo a Roma e nel Lazio

I dati sono stati resi pubblici dall'osservatorio congiunto tra Facile.it e Mutui.it, che si è concentrato sul mercato immobiliare di Roma e del Lazio e in particolare sui finanziamenti chiesti dalle famiglie per l'acquisto di una casa. Ad aumentare non è solamente il numero di richieste complessive (+20%), ma anche l'importo medio richiesto (+5%) e il valore medio degli immobili oggetto di mutuo (+4%). 

Nel 2024 tendenza positiva

Inoltre, la tendenza della nostra regione gode di una salute migliore rispetto a quella nazionale. Secondo i dati Assofin, le erogazioni sono ancora sottotono in Italia (-13%), nonostante il calo dei tassi. Il mercato, quindi, è ancora lontano dai livelli raggiunti negli anni precedenti all'aumento dei tassi. La ripresa della domanda, però, fa ben sperare. "Il 2023 è stato un anno complesso per il mercato dei mutui, colpito dall’aumento dei tassi di interesse e da una minore disponibilità economica da parte delle famiglie, già alle prese con l’aumento dell’inflazione - spiegano gli esperti di Facile.it -. II 2024, però, è partito positivamente, con una richiesta in aumento, trainata soprattutto dal miglioramento delle condizioni offerte dalle banche per i tassi fissi, che ha generato fra i consumatori una maggiore fiducia verso il futuro".

Perché nel 2023 a Roma sono calate le compravendite immobiliari

Importi finanziati e valori immobiliari più alti

Fiducia che nel Lazio ha permesso di arrivare, in media, a finanziamenti su importi pari a 147.732 euro e a chiedere finanziamenti per immobili di un valore leggermente più alto rispetto a un anno fa: 238.394 euro, il 4% più alto che nel primo semestre 2023. Scende anche la durata del mutuo: da 25 a 24 anni. Se ci si limita ai mutui solo per l'acquisto della prima casa, l'importo medio richiesto è di 155.661 euro, in aumento del 5%. Il valore degli immobili prima casa è sui 223.395 euro. Se, nel caso dell'acquisto in assoluto di immobili (prima o seconda casa) l'età media sale a sfiorare i 42 anni (in aumento rispetto ai 41 del 2023), se ci si limita alle prime case l'età media è stabile a 38,5 anni, con una durata del piano di ammortamento che si attesta sui 26 anni e mezzo. 

Roma fa da traino 

A livello provinciale, Roma è quella con l'importo medio più alto pari a 152.521 euro, seguita da Latina (126.495 euro), Rieti (116.625 euro), Frosinone (113.251 euro) e infine Viterbo con 112.170 euro. Il 30% del totale dei finanziamenti accordati dalle banche nel Lazio risulta essere dovuto a richieste di surroga, otto punti percentuali in più rispetto al 2023. 

I tassi fissi e variabili oggi

Ma che tassi fissi ci sono oggi per chi cerca casa e ha necessità di un mutuo? Secondo le simulazioni fatte da Facile.it, per un finanziamento da 126.000 euro da restituire in 25 anni, le migliori offerte reperibili online si aggirano su un TAN del 2,86% con una rata di 588 euro. In caso di appartamenti di classe A o B, i mutui "green" permettono di scendere al 2,72% con rate di 579 euro al mese. Riguardo ai tassi variabili, nonostante il calo degli indici stabilito dal taglio della Banca Centrale Europea, i valori restano elevati: anche il 4.34% di interessi con una rata sopra i 680 euro. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I tassi più bassi aiutano le famiglie: crescono a Roma e nel Lazio le richieste di mutuo. Tutti i dati
RomaToday è in caricamento