Sabato, 24 Luglio 2021
Economia

Freddo ad aprile: danni gravissimi all'agricoltura di Roma e Lazio

La denuncia di Coldiretti: "Dopo i danni, ora si rischia anche la beffa: ritrovarsi sul mercato prodotti importati e spacciati come italiani"

Fine aprile all'insegna del freddo anche per Roma e per il Lazio. Un abbassamento delle temperature che ha provocato anche danni all'agricoltura. E' Coldiretti Lazio a denunciare che "migliaia di aziende hanno perso le loro produzioni a causa delle gelate che hanno letteralmente devastato vigneti, frutteti e ortaggi, colpendo le piante nel momento più vulnerabile, dopo il risveglio primaverile". 

Alcuni esempi: "Si stima, ad esempio, che il 50% della produzione di kiwi, una delle eccellenze del Lazio, sia andata perduta. Tantissime le zone duramente colpite: dall’area dei Castelli romani alla Sabina, da Corcolle a Lanuvio, ma danni per milioni di euro si sono registrati su tutto il territorio. Per questo ci siamo attivati per chiedere un intervento della Regione Lazio a salvaguardia degli agricoltori e presenteremo richiesta per un abbattimento contributivo". 

Secondo Coldidiretti "eventi del genere sono sempre più frequenti a causa dei cambiamenti climatici che provocano bruschi sbalzi termici e l’alternanza tra violenti temporali e lunghi periodi di siccità, come quello registrato a marzo. Dopo i danni, ora si rischia anche la beffa: ritrovarsi sul mercato prodotti importati e spacciati come italiani".

Aspal Lazio fa sapere che il danno ammonta ad oltre dieci milioni di euro, nelle sole province di Roma e di Latina. "Quest’ultimo danno alle colture del nostro territorio – ha commentato il presidente dell’Aspal Stefano Giammatteo -, sommato ai danni passati, causati dal gelo nel gennaio scorso, oltre al solito e continuo crollo dei prezzi alla produzione, mettono i nostri agricoltori, di fronte ad una situazione di estremo disagio economico, senza precedenti. Per questo motivo – conclude - la nostra associazione farà di tutto per sensibilizzare le istituzioni ad ogni livello, con la speranza che almeno di fronte a questi disastri ambientali, la politica italiana in generale, la smetta di fregarsene e trovi immediatamente delle risorse. Bisogna far fronte a questa gravissima situazione che rischia di dare il colpo di grazia agli operatori di questo settore, ormai sempre più abbandonati al loro destino, nonostante tutto l’agricoltura rappresenti da sempre il settore primario di tutta la catena agro-alimentare". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Freddo ad aprile: danni gravissimi all'agricoltura di Roma e Lazio

RomaToday è in caricamento