menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Da vecchio rudere a Nuova Bonelli: progetto di riqualificazione urbana CAM SpA per generazioni future

Una vecchia rovina decadente diventa la Nuova Bonelli: la città ha nuovi centri e i nuovi centri si fanno città

Le periferie diventano sempre più centrali, ciò che prima era un rudere consunto dal tempo e dalle intemperie si appresta a rinascere nell’innovativo progetto di riqualificazione urbana della CAM SpA. La città si evolve, diventa un altro da sé, le architetture devono stare al passo con i tempi e le necessità ormai variate dei suoi abitanti. La sfida è quella di rendere un materiale pressocché eterno come il cemento attuale e funzionale anche per le decadi a venire. 

La coscienza dei mutamenti segna la crescita dell’azienda guidata dall’ingegnere Angelo Marinelli, sotto questa visione tra via di Villa Bonelli e via della Magliana Nuova, nascerà il complesso Nuova Bonelli. Due edifici, il primo di 120 appartamenti, il secondo di 60, che guardano al futuro e il futuro lo accolgono e lo accudiscono grazie anche alla particolare destinazione d’uso di quello più piccolo.

NB_banner_72_Interne_700x464px_2-2                                

L’amministratore unico della CAM SpA, ingegnere Angelo Marinelli

Era una vecchia fabbrica degradata “Sulle sue fondamenta – spiega Marinellicostruiremo un nuovo organismo all’interno del tessuto urbano, senza consumare altro suolo e utilizzando le tecnologie meno impattanti e più nobili per l’ambiente”. 

Le aziende, a causa della pandemia, hanno scoperto le possibilità che offre lo smartworking, ogni stanza (ma anche gli ampi balconi) avrà una fibra ottica ultra veloce per connettersi stabilmente con il mondo; gli impianti di climatizzazione (caldo/freddo) saranno centralizzati ma ognuno, nella propria casa, avrà la possibilità di regolarli pagando così soltanto ciò che si consuma; sono inoltre previsti speciali filtri ai raggi Uv  per sanificare l’aria abbattendo virus e batteri; l’acqua dura di Roma giungerà ai rubinetti decalcificata e depurata. . Niente va sprecato: l’acqua piovana sarà raccolta e convogliata nell’impianto automatico di innaffiamento delle piante che decoreranno i balconi. Il tutto sarà racchiuso in gusci antisismici e classificati in classe energetica A.

L’edificio minore è riservato all’housing sociale per studenti che potranno usufruire di un canone calmierato. La zona, sempre più popolata, è servita da una completa rete di trasporti, scuole, uffici pubblici e privati e centri commerciali.

Da una vecchia rovina decadente alla Nuova Bonelli: la città ha nuovi centri e i nuovi centri si fanno città.

NB_banner_72_Interne_700x464px_1-2


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Roma e Lazio in zona arancione: l'annuncio dell'assessore D'Amato

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento