Mercoledì, 4 Agosto 2021
Economia

La crisi del Frascati Doc approda in parlamento

La crisi del vino Frascati DOC e i problemi legati al suo imbottigliamento nelle regioni del nord arriva in Parlamento grazie ad un'interpellanza bipartisan. L'obiettivo è quello di rilanciare il settore vinicolo dei Castelli Romani con una filiera sul territorio

La questione del vino Frascati doc, che attraversa un periodo di  crisi produttiva e commerciale, e in particolare la questione relativa al suo imbottigliamento in zone diverse da quella di produzione, precisamente nell'Italia settentrionale, è arrivata in parlamento e all'attenzione del ministro delle politiche agricole a cui spetta la competenza in materia.

Infatti gli onorevoli Giuseppe Marinello, del Popolo della Libertà e Antonio Rugghia, appartenente al Partito Democratico,  hanno  presentato due interpellanze che hanno portato all’attenzione del Parlamento le ricadute negative sul Frascati Doc della concessione di deroghe all’imbottigliamento in zona da parte proprio del Ministro delle Politiche agricole, Luca Zaia.

Questa iniziativa bipartisan dei due parlamentari sintetizza un dato estremamente significativo: la necessità di un impegno comune, al di fuori di ogni logica di appartenenza politica e di ristretti interessi geografici, nel tutelare il Frascati Doc, uno dei vini più conosciuti e apprezzati non solo in Italia ma in tutto il mondo.

Questo aspetto è stato messo in evidenza dal sindaco di Frascati Stefano Di Tommaso che auspica una produzione totale sul territorio di uno dei vini storici del Lazio: “È fondamentale l’instaurarsi di una  collaborazione e l’avvio di iniziative bipartisan tra gli enti istituzionali insieme al Consorzio di Tutela Frascati, le associazioni dei produttori, come peraltro questa Amministrazione ha già avviato con successo con il Comune di Roma, trovando piena disponibilità da parte del Sindaco Alemanno e dell’Assessore alle Attività Produttive Bordoni.”

“ Un percorso serio – ha continuato il sindaco- che va avanti da alcuni mesi in pieno accordo e con il fattivo sostegno dell’Assessore regionale all’Agricoltura Daniela Valentini e del Commissario straordinario dell’Arsial Massimo Pallottini. L’obiettivo comune è quello di garantire la filiera corta, dalla produzione all’imbottigliamento, del Frascati Doc, il Vino di Roma!”.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La crisi del Frascati Doc approda in parlamento

RomaToday è in caricamento