menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

3 motivi per aprire un franchising di cibo a domicilio di successo con Chickito

Chickito ha avviato da poco un progetto in franchising e, dopo tre aperture in Puglia, inaugura il Lazio con i Castelli Romani. Il merito è di un giovanissimo imprenditore di Frascati

Il food delivery è un settore che non conosce la parola crisi. A quanti di noi è capitato di ordinare pizza o sushi a domicilio almeno una volta nell’ultimo anno? Ecco tre eccellenti motivi per aprire un’attività di cibo a domicilio nella tua città.

1.    Nel 2018, ben 19 milioni di italiani hanno preferito ordinare cibo a domicilio, piuttosto che cucinare o recarsi al ristorante. Secondo la Coldiretti il food delivery è il settore trainante della ristorazione italiana;
2.    Un’altra eccellente ragione per investire nel food delivery è l’assenza di costi fissi legati a locali, attrezzature, norme sanitarie o personale specializzato come chef e camerieri. Infatti, l’unico staff che ti occorre è quello composto dai fattorini (e il primo fattorino potresti essere proprio tu) poiché non sarai tu a cucinare, bensì dovrai semplicemente ritirare i pasti già pronti dai convenzionati;
3.    Infine, ecco la ciliegina sulla torta: solo il franchising Chickito ti offre l’App mobile in esclusiva da gestire in piena autonomia. Sei tu a scegliere menù, prezzi e condizioni del servizio di cibo a domicilio. In più, sei il solo proprietario dei nominativi (clienti) in quanto hai l’opportunità di ricevere e smistare le ordinazioni senza intermediari. Inoltre, non hai royalties né percentuali da pagare sulle vendite: gli incassi sono esclusivamente i tuoi.  

Chickito ha avviato da poco un progetto in franchising. Dopo tre aperture in Puglia inaugura il Lazio con i Castelli Romani. L’obiettivo è quello di estendere la rete di franchisee da Sud a Nord. Intanto, a settembre, sono previste due nuove aperture a Napoli. 

Chickito inaugura il Lazio con una nuova apertura ai Castelli Romani

Ai Castelli Romani dunque, pranzo e cena si ordinano con lo smartphone. Il merito è di un giovanissimo imprenditore di Frascati. Si chiama Daniele Tosti e ha 21 anni. Oltre alla volontà di mettersi in proprio grazie ad un’attività redditizia, Daniele ha un altro grande obiettivo: portare innovazione e benessere a livello territoriale. 

Da oggi, grazie a Daniele, gli abitanti di Frascati e Monte Porzio hanno l’opportunità di ricevere piatti pronti da gustare sia a casa che in ufficio. Per ordinare a domicilio, bisogna semplicemente scaricare l’app Chickito sul proprio smartphone e scegliere cosa mangiare. Selezionare l’orario di consegna e il metodo di pagamento (carta o contanti) e, infine, attendere il fattorino. In più, ordine dopo ordine, si può vincere sempre del cibo extra o divertenti gadget Chickito.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
De Magna e beve

Dove mangiare i 5 supplì più buoni di Roma, rigorosamente "al telefono"

Attualità

Coronavirus, a Roma 534 casi. Sono 1243 i nuovi contagi nella regione Lazio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento