Una casa per i malati e i loro parenti: a Trigoria CasAmica onlus

La casa è aperta dal mese di settembre e ha già ospitato 150 persone. Fino al 17 febbraio una campagna per sostenerla

Un supporto per i malati e i loro genitori, in particolare i cosiddetti pendolari della salute. E' CasAmica onlus, da più di 30 anni impegnata nell’accoglienza dei malati e dei loro familiari che si trovano lontano casa per curarsi ma che non possono permettersi di alloggiare in albergo. 

Da poco ha aperto una casa anche a Roma. La nuova struttura si trova in zona Trigoria, in via Tommaso Maria Fusco  vicino ad alcuni tra i più importanti istituti sanitari della città, e dispone di 50 posti letto, dei quali la metà sono riservati ai bambini malati.  La casa è aperta dal mese di settembre e ha già ospitato 150 persone; al momento è ancora in fase di avviamento, ma si prevede la piena occupazione con la fine del 2017. La struttura si aggiunge alle 4 già esistenti a Milano, che dispongono complessivamente di 100 posti letto, e alla casa appena nata a Lecco (fine agosto 2016), dotata di 36 posti.

Dal 3 al 17 febbraio è possibile sostenere CasAmica onlus, e in particolare la nuova casa di Roma, partecipando alla campagna di sensibilizzazione e raccolta fondi con numero solidale 45517. Con un SMS o una chiamata da rete fissa si possono donare 2 o 5 auro. I fondi raccolti contribuiranno a garantire accoglienza a 300 bambini malati in un anno.

Dal 1986, anno della fondazione, ad oggi CasAmica ha accolto circa 70.000 persone, oltre 4.000 solo nell’ultimo anno (di cui 350 bambini). Il 65% degli ospiti di CasAmica proviene dal Sud Italia e dalle Isole (Sicilia, Puglia, Calabria, Campania), mentre l’1% viene dall’estero, soprattutto dall’Est Europa. Oltre il 65% degli accompagnatori sono donne: madri di un piccolo paziente, oppure sorelle o mogli del malato. Il 78% sono malati di tumore. La loro permanenza media è di circa 8 giorni.

“CasAmica è molto più di un letto e quattro mura - afferma Lucia Vedani, fondatrice e presidente di CasAmica -: è sinonimo di accoglienza, famiglia e amicizia. Grazie ai nostri volontari, alla condivisione della quotidianità e degli spazi comuni, gli ospiti trovano il coraggio e la forza per affrontare insieme l’esperienza della malattia.”

Il grande valore aggiunto dell’accoglienza offerta dall’associazione, infatti, sono soprattutto gli oltre 100 volontari, formati con continuità da operatori specializzati per un approccio corretto con i malati. I volontari ogni giorno sostengono gli ospiti, li accompagnano in ospedale per esami e terapie, li ascoltano e li confortano, cucinano insieme a loro e giocano con i più piccoli. È così che nelle case nascono quasi sempre amicizie che vanno ben oltre il difficile tempo della malattia.

Per richiedere ospitalità a CasAmica si può contattare gli appositi numeri del centro prenotazione presenti sul sito internet www.casamica.it. L’associazione indica un contributo di 16 euro a notte per gli ospiti adulti, per le famiglie in difficoltà economica e per i bambini e i ragazzi l’accoglienza è invece gratuita.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vigili nella bufera, Raggi guarda Report e decide di ruotare gli agenti. In bilico il comandante Napoli

  • Primark inaugura a Roma: lunghe file dalle prime ore del mattino

  • Apre Maximo Shopping Center, un nuovo centro commerciale a Roma: 160 negozi sulla Laurentina. Grande attesa per Primark

  • Roma, la mappa del contagio dell'ultimo mese: ecco i municipi e i quartieri con più casi

  • La pasticceria di Roma premiata con "Tre Torte" dal Gambero Rosso: è tra le migliori d'Italia

  • Tamponi in farmacia a Roma e nel Lazio: dove farli. L'elenco completo e gli indirizzi

Torna su
RomaToday è in caricamento