rotate-mobile
Economia Boccea / Piazza Irnerio

Carrefour dismette i supermercati, si accende la protesta dei lavoratori: "No a franchising indiscriminato"

Presidio a Piazza Irnerio per chiedere tutele e garanzie per i lavoratori dei punti vendita ceduti in affitto di ramo d'azienda a piccoli imprenditori: "Noi catapultati nella precarietà"

I lavoratori Carrefour sul piede di guerra. Si accende la protesta contro la dismissione dei supermercati del gruppo francese e contro “i franchising gestiti in modo indiscriminato”. Si perchè Carrefour a Roma e provincia cederà a piccoli imprenditori privati 18 dei circa trenta supermercati del territorio e con essi i lavoratori che ad oggi si ritrovano davanti lo spettro dell’esubero. Nella Capitale e nei suoi dintorni gli esuberi riguardano 83 full time equivalent nei market e 15 negli ipermercati. Tremano gli addetti tra gli scaffali di Parioli, Boccea, Colombo, Vigna Murata, Garbatella, XXI Aprile, Piazzale degli Eroi e Prati Fiscali insieme a Spinaceto, Tivoli e Guidonia.

Protestano i lavoratori

I lavoratori in esubero saranno chiamati ad una fuoriuscita volontaria: l’esodo incentivato. Così prevede il “piano di trasformazione e rilancio per il 2022” annunciato da Carrefour Italia. 

Intanto sindacati e lavoratori sono pronti alla mobilitazione: giovedì 25 novembre è in programma un presidio “contro cessioni indiscriminate” afinchè “i lavoratori non siano catapultati in situazioni senza garanzie". Il luogo scelto è la piazza antistante il supermercato Carrefour di Piazza Irnerio, già teatro di altre proteste: è infatti da li che i sindacati hanno più volte lanciato il loro “allarme sul trattamento dei lavoratori”. Un esempio di punto vendita in affitto di ramo d'azienda, “che purtroppo, tuttavia, non è l'unico, pensiamo tra gli altri al punto di vendita di via Bove, dove le condizioni sono analoghe", secondo i rappresentanti sindacali non adeguate alla tutela e alla garanzia dei dipendenti. 

Carrefour dismette i suoi supermercati: lavoratori in esubero da Garbatella a Prati Fiscali

I lavoratori contro franchising indiscriminato: "Noi catapultati nella precarietà"

“Saranno molti i punti vendita che saranno ceduti in affitto di ramo d’azienda entro il prossimo anno, chiediamo dunque a gran voce garanzie per i lavoratori, che non possono essere 'catapultati' in situazioni di estrema precarietà. Sono troppe le segnalazioni che riceviamo dai lavoratori, riguardanti atteggiamenti antisindacali, licenziamenti illegittimi, e stress da lavoro correlato che ha spinto alcuni lavoratori a lasciare la propria occupazione pur di mantenere la propria dignità e gestire la propria vita privata” - scrivono in una nota Filcams Cgil Roma Lazio, Fisascat-Cisl Roma Capitale e Rieti e UilTucs Roma e Lazio. “Non staremo fermi a guardare mentre ciò si verifica, chiediamo un intervento urgente di Carrefour al fine di dare termine immediato a queste gestioni". 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Carrefour dismette i supermercati, si accende la protesta dei lavoratori: "No a franchising indiscriminato"

RomaToday è in caricamento