rotate-mobile
Economia

Gas e luce, nonostante il caro energia a Roma si spende meno

Nella nostra provincia le famiglie hanno speso meno che altrove in Italia. Il Lazio, dopo la Campania, ha registrato i rincari più bassi tra il 2021 e il 2022

Nonostante il rincaro dei prezzi dell'energia, che tra la fine del 2021 e quella del 2022 hanno comportato aumenti stellari nelle bollette di luce e gas di milioni di italiani, la provincia di Roma ha retto di più all'urto e le famiglie hanno speso meno che in altre province del Lazio. 

Il costo delle bollete a Roma e nel Lazio

In generale, i cittadini del Lazio sono stati più fortunati rispetto agli altri. L'incremento della bolletta elettrica è stato sicuramente importante (+108% tra il 2022 e il 2021), con un prezzo medio di 1.468 euro, mentre quello del gas mediamente di 1.021 euro (+57%), ma subito dopo la Campania la nostra regione è stata quella che ha subìto meno l'impatto. In particolare per il gas. 

A Roma si spende meno di luce

Secondo lo studio fatto da Facile.it, che ha preso in considerazione i consumi dichiarati da un campione di oltre 400.000 contratti di fornitura luce e gas raccolti nel 2022, tenendo conto dei prezzi offerti nel mercato tutelato, quella di Roma è la provincia che, dopo Rieti, ha speso meno per le bollette. Infatti la spesa per la luce è stata di 1.446 euro (prezzo medio per una famiglia tipo), pari a 2.968 kWh di consumo. Ha fatto meglio Rieti con meno di 1.300 euro. 

Gas, costo medio sotto i 1.000 euro

Per quanto riguarda il gas, Roma condivide con Latina il "primato" di provincia meno esosa per la spesa: 991 euro l'anno a fronte di un consumo di 775 smc. Peggio Frosinone con 1.330 euro, Rieti con 1.248 e Viterbo con 1.151 euro. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gas e luce, nonostante il caro energia a Roma si spende meno

RomaToday è in caricamento