rotate-mobile
Lunedì, 17 Gennaio 2022
Economia

"Il blocco del traffico di domenica è un regalo ai centri commerciali"

La polemica nasce in seguito ai provvedimenti sul traffico attuati lo scorso mese. Nella prima domenica di dicembre il blocco dei mezzi ha causato al commercio cittadino il 70% in meno del fatturato. L'intervista a Giovanna Marchese Bellaroto

"Il blocco del traffico di domenica è un regalo ai centri commerciali". Con queste parole Giovanna Marchese Bellaroto, presidente di Cna Commercio, ha commentato il provvedimento del prossimo 19 gennaio che prevede lo stop dei mezzi in città. "In pieno periodo di saldi, bloccare il traffico nelle vie dello shopping è un grave danno agli esercizi di vicinato. È da alcune settimane che chiediamo all'assessore all'Ambiente di rinviare la domenica ecologica ma non abbiamo purtroppo avuto risposta".

Presidente Marchese Bellaroto da dove nasce la vostra richiesta?

"Questa nostra osservazione l'abbiamo iniziata già lo scorso mese. E' stato accertato, infatti, che il blocco del traffico previsto durante la prima domenica di dicembre è costato al commercio cittadino, in crisi ormai da circa 7 anni, il 70% in meno nel fatturato. Il dato impressionante è stato rilevato non solo da Cna ma da tutte le altre associazioni.

Però poi ci sono state le feste ...

La cifra purtroppo non si è riusciti a recuperarla nel corso del restante mese. Nel periodo in cui si sperava in una ripresa dei consumi quel provvedimento ci è sembrato una mannaia nei confronti del commercio che rappresenta l'anima della città. Non dimentichiamo che il Pil di Roma è fatto dal commercio e dai servizi e non dall'industria. Il blocco aveva riguardato la Fascia Verde, il che ha indotto anche chi non aveva programmato di andare nei centri commerciali ad andarci per fare spese, poiché era impossibile muoversi per Roma.

Avete provato a dirlo all'amministrazione?

Da allora abbiamo cercato di raggiungere non solo l'assessorato all'ambiente ma anche quello del commercio per far presente questa nostra preoccupazione. Ma invano. Durante tutto il mese infatti sono stati avviati altre ordinanze su blocchi parziali, targhe alterne, blocco del traffico limitato ai mezzi inquinanti. Ma non si può scommettere sulla ripresa di un comparto così in crisi se poi nell'unico mese dell'anno nel quale si ha l'opportunità di fare quel margine di spesa che rappresenta a volte il 30-40% del fatturato di un anno si decide di adottare simili provvedimenti. Per noi è un controsenso. Gli unici a beneficiarne sono stati i centri commerciali, forti anche della presenza al loro interno di marchi franchising di I fascia.

A proposito di saldi, come sta andando la stagione 2014?

"Il Natale, rispetto ad un inizio drammatico, non è andato male. Ciò significa che non è stato aumentato il segno meno a differenza di quanto accadeva ininterrottamente da 2007. Per la prima volta da allora abbiamo riscontrato la tenuta del potere di spesa del cittadino romano per i saldi. Questo è un gran risultato ma bisogna cogliere l'opportunità. In questo momento ci sono dei leggeri segnali di ripresa ma è necessario che le istituzioni ci aiutino ad agganciarli".

Pensa che il sindaco Marino stia aiutando le piccole attività?

"Il sindaco, oltre ad essere una persona determinata, ha indubbiamente dei grandi progetti. Ha preso dei provvedimenti a volte criticabili seppur nell'ottica di un futuro di potenziali risorse che potrebbero far cambiare gli equilibri turistici nella nostra città. Siamo contenti del coraggio di Marino ma occorre supportare a queste grandi opere una visione d'insieme che stia a monte dei vari provvedimenti. Occorre creare prima opere strutturali che permettano di non creare disagi a chi lavora".

ECCO CHI PUO' CIRCOLARE

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Il blocco del traffico di domenica è un regalo ai centri commerciali"

RomaToday è in caricamento