rotate-mobile
Mercoledì, 17 Aprile 2024
Economia

Bando vigilantes, approvato un nuovo rinvio

Slitta di un altro mese la data per la presentazione delle offerte del bando da 90 milioni

Un altro rinvio, il secondo in meno di un mese. Continua a non trovare pace il bando vigilantes da 90 milioni di euro. Si tratta della gara per il servizio di vigilanza e guardiania presso le amministrazioni pubbliche del Lazio, pubblicato a fine dicembre 2022 e che è già stato oggetto di un ricorso al Tar, di un primo rinvio e di polemiche arrivate sia dall’ex minoranza alla Pisana che dagli operatori del settore.

Il bando

La gara è divisa in sette lotti. I primi cinque riguardano il servizio di vigilanza armata mentre gli altri due quello di guardiania. I servizi di vigilanza armata previsti nell’appalto sono divisi in sei categorie. C’è la vigilanza armata fissa, diurna e notturna, con piantonamento dei luoghi da monitorare. Inoltre, nell’appalto è prevista anche la vigilanza ispettiva esterna e interna, con ronde effettuate tramite pattuglia mobile. Nei servizi sono compresi anche la telesorveglianza e televigilanza con pronto intervento, il trasporto valori ed il servizio di manutenzione degli impianti di vigilanza.

Ricorso al Tar

A far saltare sulla sedia le aziende di sicurezza erano state le scadenze fissate originariamente dalla Pisana. Nella sua prima stesura, il bando fissava per per la presentazione delle offerte la data del 7 febbraio alle ore 16, cinque giorni prima delle elezioni. Ancor più singolare, però, era la data di apertura delle buste, fissata per il giorno dopo, l’8 febbraio, alle ore 10:00. Il 19 gennaio del 2023, però, il Tar del Lazio aveva accolto le misure cautelari richieste dalla Gia.Ma., un’azienda di vigilanza, che oltre a puntare il dito sulle scadenza del bando aveva evidenziato altre criticità in merito ai lotti che compongono la gara.

La Pisana è quindi corsa ai ripari e, il 24 gennaio 2023, aveva sospeso la gara fino all’esito della camera di consiglio fissata per l’8 febbraio. Una “mossa” che aveva portato alla rinuncia alla domanda cautelare da parte della ditta ricorrente. Nella stessa circostanza, infatti, la Regione, oltre ad approntare alcune modifiche al bando, spostava le scadenze per la presentazione delle offerte all’1 marzo 2023, mentre la prima seduta pubblica virtuale all’8 marzo alle 10:00.

Nuovo rinvio

Diversi operatori del settore hanno segnalato, nel corso delle ultime settimane, altre criticità presentii nel bando. Problemi che hanno spinto la Pisana a correggere nuovamente la disciplina di gara. Oltre ad aver effettuato diverse correzioni ed aver eliminato dei refusi presenti nei documenti pubblicati, è stato fissato un nuovo termine per la presentazione delle offerte, entro le 16 del 27 marzo 2023. La prima seduta pubblica virtuale è stata fissata per il 28 marzo mentre le richieste di chiarimento si potranno inviare fino alle ore 12 del 13 marzo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bando vigilantes, approvato un nuovo rinvio

RomaToday è in caricamento