Autostazione Tibus a Tiburtina, la denuncia: "Autorizzazione scaduta nel marzo 2016"

L'esposto in Procura è stato inoltrato dal consigliere del Partito Democratico Orlando Corsetti: "Verificare la situazione e ripristinare la legalità"

"L'autorizzazione è terminata nel marzo del 2016 e non è più stata prorogata". Si accendono i fari sull'autostazione Tibus, sorta all'ombra della stazione Tiburtina, da cui ogni giorno partono e arrivano decine di linee regionali, interregionali e internazionali. L'attività ha luogo in quel piazzale fin dall'ormai lontano 1999. L'ultima proroga è scaduta da oltre un anno e non è più stata rinnovata. A denunciarlo il consigliere del Partito Democratico, Orlando Corsetti, che il 17 maggio ha depositato un esposto alla Procura della Repubblica di Roma "per la verifica della situazione segnalata ed il ripristino della legalità". 

La stipula del contratto di concessione risale al 1999 quando Tibus si chiamava ancora Società Tiburtina Bus s.r.l. "La Convenzione prevedeva l'affidamento in concessione dell'area per un periodo non inferiore ai quattro anni e non superiore ai nove senza consentire il rinnovo tacito della stessa" si legge nel documento inviato alla Procura. L'attività prosegue con due proroghe fino al settembre del 2009 quando il contratto di concessione viene rinnovato per altri 15 mesi. Seguono altre 9 proroghe. L'ultima è scaduta nel marzo del 2016. "Dalla predetta data" si legge ancora nella denuncia "la Società continua ad utilizzare l'area ed a gestire il servizio in una situazione di totale abusivismo e non si comprendono i motivi per i quali l'Amministrazione, ad oggi, non abbia porvveduto a liberarla ed a rientrarne in possesso". 

Con 18 stalli di partenza, di cui 6 in uso a Cotral, una biglietteria, un deposito bagagli, un parcheggio per la sosta lunga dei bus e per la loro manutenzione, Tibus occupa circa 5 mila metri quadrati dell'area adiacente alla stazione Tiburtina. Un'area che nei prossimi anni, qualora l'amministrazione di Virginia Raggi decidesse di procedere con l'abbattimento della Tangenziale Est, verrà completamente ridisegnata. Secondo quanto appreso nel corso di una commissione capitolina sul tema, il futuro per la stazione Tibus non è affatto scontato anche se la società avrebbe nel cassetto un progetto con l'obiettivo di rimanere al suo posto. 

Intanto, però, l'ultima proroga è scaduta. Corsetti parla di "incapacità di governo dell'attuale amministrazione che pur di non assumersi la responsabilità di concedere una nuova proroga, per non dover fornire una giustificazione, evita di intervenire per non interrompere un servizio importante" le parole del consigliere. "Vista l'importanza di questa autostazione, credo che Comune di Roma dovrebbe inziare a ragionare sulla possibilità di gestirla direttamente con una delle sue società in house. Perché far gestire un traffico da 8 milioni di persone al privato quando potrebbe farlo direttamente il Comune?". 
 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Roma usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Lazio zona arancione? Oggi la decisione

  • Vigili nella bufera, Raggi guarda Report e decide di ruotare gli agenti. In bilico il comandante Napoli

  • Coronavirus, nel Lazio chiusi negozi e supermercati alle 21: la nuova ordinanza della Regione

  • Centro commerciale Maximo di Roma: ecco quali sono i negozi presenti all'interno

  • Tamponi in farmacia a Roma e nel Lazio: dove farli. L'elenco completo e gli indirizzi

  • Vigili fanno sesso in auto a Roma, la commedia sexy si tinge di giallo: spunta l'ipotesi della microspia

Torna su
RomaToday è in caricamento