Entro il 2020 un bambino su due soffrirà di rinite allergica

Ad oggi un adulto su cinque e un bambino su quattro sono colpiti da allergie ma i numeri, secondo la Siaaic, continueranno a salire

Soprattutto con l'arrivo della primavera molti italiani iniziano a soffrire di rinite allergica. Occhi rossi, starnuti e prurito sono solo alcuni dei sintomi più comuni. I dati parlano chiaro: un adulto su cinque e un bambino su quattro sono colpiti da allergie di vario tipo. Il messaggio che però lancia la Siaaic (Societa' italiana di allergologia e immunologia clinica) sembra essere allarmante: entro il 2020 i numeri saliranno fino a un adolescente su due. Di questo e di molto altro si è parlato al  27° Congresso Nazionale della Siaaic in programma a Roma.

"Per quanto riguarda le allergie in senso lato - spiega il professor Giorgio Walter Canonica, intervistato dall'agenzia Dire - si calcola una percentuale del 20% della popolazione, con alcuni picchi, per esempio per quanto riguarda la rinite allergica, destinati ad aumentare: entro il 2020 colpirà 1 adolescente su 2. Relativamente alle allergie ai farmaci, invece, non esistono ancora dati definitivi, ma l'incidenza, anche questa in aumento, è stimabile intorno all'1% della popolazione per quanto riguarda le reazioni avverse a medicinali". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Un altro dato che il professore ha voluto sottolineare è che il 40% della popolazione soffre di intolleranze alimentari e per una corretta cura bisogna effettuare una corretta e tempestiva diagniostica: "Non bisogna andare a fare troppi esami - precisa Canonica - ma bisogna fare solo quelli giusti. Mi rendo conto che questo puo' risultare un discorso pleonastico, ma invece e' una cosa molto importante. Soprattutto quando si parla di allergie alimentari: di questi tempi i test, diagnostici che si fanno purtroppo molto spesso non hanno validità scientifica. Ed è importante che questo venga saputo e risaputo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colonna di fumo invade il Raccordo Anulare, chiuso in entrambe le direzioni

  • Elezioni comunali 2021: Federico Lobuono si candida a sindaco di Roma

  • Sciopero Roma: oggi metro, bus e tram a rischio per 24 ore. Gli orari

  • Coronavirus, a Roma 135 nuovi casi: sono 195 in totale nel Lazio. I dati Asl del 23 settembre

  • Coronavirus Roma, presidente dell'ordine dei medici: "Nel Lazio situazione preoccupante"

  • Albero crolla su auto, il padre della ragazza nella vettura: "Criminali, oggi potevo essere al funerale di mia figlia"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento