Anticipo pensionistico, cos'è e a chi spetta: esclusi i lavoratori precoci

Quello relativo alle pensioni rappresenta un argomento abbastanza dibattuto, ogni giorno sempre più, e proprio nelle ultime ore l'attenzione su tale argomento è maggiormente concentrata sulla notizia relativa all'anticipo pensionistico non previsto per i lavoratori precoci.

Per prima cosa è molto importante precisare chi sono i lavoratori precoci e a tal proposito va sottolineato che, con tali termini, ci si riferisce a coloro che hanno dato inizio al proprio lavoro prima della maggiore età arrivando così a maturare una contribuzione particolarmente elevata cioè pari o superiore a 40 anni di contributi ad un'età anagrafica relativamente bassa e che spesso si aggira intorno ai 60 anni.

Detto questo ecco che non per tutti i lavoratori sarà possibile accedere alla pensione anticipata in quanto, tra le diverse condizioni e requisiti di cui il lavoratore deve essere in possesso vi troviamo l'età ovvero 63 anni e poi ancora, il richiedente deve trovarsi a non più di 3 anni e 7 mesi dal raggiungimento dell’età pensionabile.

I lavoratori che quindi hanno ad esempio 60 anni e alle spalle ben 40 anni di contributi non potranno effettuare la richiesta di pensione anticipata in quanto, come precedentemente detto, l'anticipo pensionistico non potrà essere sfruttato da tutti quei lavoratori che non hanno raggiunto i 63 anni di età, a prescindere quindi da quello che è il  maturato contributivo posseduto.

 Inutile dire che sono davvero moltissimi i lavoratori arrabbiati e delusi e sempre più persone sono in realtà convinte che tale decisione derivi in realtà dalla volontà di non voler mettere in discussione la legge Fornero. E’ dunque opportuno precisare che l'anticipo pensionistico, in vigore dal 1° maggio 2017 al 31 dicembre 2018 ed intesa ad agevolare la transizione verso il pensionamento per i soggetti in condizioni di svantaggio, è rivolto a tutti quei lavoratori, sia dipendenti pubblici che privati, e poi ancora autonomi e iscritti  alla Gestione separata che siano  o disoccupati che hanno finito integralmente di percepire la prestazione per la disoccupazione loro spettante da almeno 3 mesi ,poi ancora invalidi civili il cui grado di invalidità dovrà essere pari o superiore al 74%, i caregivers ovvero soggetti che al momento della richiesta e da almeno sei mesi precedenti assistono il coniuge oppure ancora un parente di primo grado convivente che presenta un grave handicap. Possono poi fare richiesta di pensione anticipata  i lavoratori impiegati in attività difficoltose oppure ancora rischiose da almeno sei anni in via continuativa ed in ultimo i lavoratori impiegati in attività definite usuranti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vigili nella bufera, Raggi guarda Report e decide di ruotare gli agenti. In bilico il comandante Napoli

  • Primark inaugura a Roma: lunghe file dalle prime ore del mattino

  • Roma, la mappa del contagio dell'ultimo mese: ecco i municipi e i quartieri con più casi

  • Apre Maximo Shopping Center, un nuovo centro commerciale a Roma: 160 negozi sulla Laurentina. Grande attesa per Primark

  • La pasticceria di Roma premiata con "Tre Torte" dal Gambero Rosso: è tra le migliori d'Italia

  • Tamponi in farmacia a Roma e nel Lazio: dove farli. L'elenco completo e gli indirizzi

Torna su
RomaToday è in caricamento